Hägglingen

Com. AG, distr. Bremgarten; (1036: Hekelingen, secondo una copia del XIV sec.; 1045: Hackelingen). Il villaggio compatto, composto da file di case disposte lungo la strada e situato in una conca su un rilievo nella valle della Bünz, comprende gli insediamenti isolati di Igelweid e, dal 1823, di Rüti. Pop: 1535 ab. nel 1850, 1415 nel 1900, 1514 nel 1950, 1990 nel 2000. Sono stati rinvenuti tumuli della cultura di Hallstatt e tracce di insediamenti romani. Nel 1036 il conte Ulrich von Lenzburg donò la chiesa e la corte (Meierhof) al capitolo di Beromünster. H. figura nelle conferme dei diritti di proprietà degli imperatori Enrico III (1045) e Federico I (1173). Il baliaggio passò dai von Lenzburg ai von Kyburg e nel 1273 ai signori di Hallwil. Fino al 1415 l'alta giurisdizione fu esercitata dagli Asburgo. H., che veniva rivendicato da Lucerna, divenne proprietà comune dei cant. conf. solo nel 1425 e prima di costituire un proprio baliaggio (1435-1712) fu sottoposto al tribunale distr. di Wohlenschwil. Gli statuti com. del 1609 regolavano, tra l'altro, lo sfruttamento del bosco e l'irrigazione. Nel 1656 il villaggio fu saccheggiato e in parte messo a fuoco dalle truppe bernesi. Negli anni 1611-13 150 ab. morirono di peste. La chiesa parrocchiale di S. Michele, con fondamenta del coro romaniche, venne ricostruita tra il 1457 e il 1466 (si è conservato il coro alla base del campanile); l'edificio fu ampliato nel 1638-39 e la navata venne restaurata nel 1739. Nel 1951 furono scoperti gli affreschi tardogotici del coro (del 1480-90), sopravvissuti all'iconoclastia del 1529. Oltre all'agricoltura e alla piccola industria, nel XVIII e soprattutto nel XIX sec., fornì una fonte di guadagno l'intrecciatura della paglia basata sul Verlagssystem. La distanza dalla stazione ferroviaria più vicina, che si trovava a Dottikon, ritardò lo sviluppo industriale. Nel 2003 un'azienda di media grandezza e diverse piccole imprese, attive soprattutto nel settore dei materiali sintetici, offrivano ca. 520 posti lavoro.


Bibliografia
MAS AG, 4, 1967, 210-224
Hägglingen, 1986
Die Aargauer Gemeinden, 1991, 102 sg.

Autrice/Autore: Anton Wohler / sma