Unione cristiana dei giovani

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Le prime unioni cristiane giovanili nacquero in Inghilterra verso il 1850 per iniziativa del movimento del Risveglio, a seguito delle difficoltà e dei problemi sorti con l'industrializzazione. I gruppi sviz. si formarono autonomamente durante lo stesso periodo. Henry Dunant ebbe un ruolo determinante nella costituzione della Young Men's Christian Association (YMCA) nel 1855 a Parigi. Il fondamento teol. formulato in quell'occasione, rimasto immutato fino a oggi, ispirò anche la fondazione del suo pendant femminile nel 1894 (YWCA, Unione cristiana delle giovani) e del Consiglio ecumenico delle Chiese nel 1948. Entrambe le alleanze universali hanno sede a Ginevra. L'Unione cristiana dei giovani, la cui org. mantello sul piano nazionale fu creata nel 1887, ebbe un'importanza decisiva, sia sul piano teorico sia su quello degli effettivi, per la formazione e lo sviluppo del movimento ecumenico nel XX sec. All'inizio del XXI sec. le sue attività di ispirazione cristiana erano perlopiù al servizio dell'infanzia e della gioventù, nonché dell'impegno missionario e sociale. In seno all'Unione i contrasti fra le attitudini teol.-evangeliche e le tendenze ecumeniche più aperte, fra i gruppi socialmente più restii e quelli più impegnati, erano apertamente affrontati e tollerati. In ambito nazionale, nel 1998 l'Unione cristiana dei giovani si fuse con l'Unione cristiana delle giovani, dando vita all'Ass. sviz. delle unioni delle giovani e dei giovani (Cevi), che nel 2012 contava ca. 15'000 membri, suddivisi in sette gruppi regionali. L'attività del movimento laico indipendente e interconfessionale è incentrata fondamentalmente sull'impegno a favore della gioventù (cadetti, Ten Sing, gruppi sportivi, attività puntuali). Le relazioni con gli organi superiori favoriscono il coordinamento degli obiettivi, della formazione e dell'amministrazione, nonché lo scambio ecumenico. I campi di lavoro autonomi comprendono tra l'altro le case di vacanza, il movimento Mut zur Gemeinde e la commissione militare. L'Unione cristiana dei giovani è pure membro della Federazione sviz. delle ass. giovanili (FSAG).


Bibliografia
– J. Jaques, Histoire des Unions chrétiennes de jeunes gens de la Suisse romande, 1902
Ökumenelexikon, 2, 1987, 1263-1267
– M. Schütz (a cura di), Cevi Linien, 1989
150 ans déjà...: 1852-2002, Unions chrétiennes de Genève, 2003

Autrice/Autore: Marc van Wijnkoop Lüthi / mdi