Vita sana

Il concetto di movimento per la vita sana (in ted. Lebensreformbewegung), sorto in Germania negli ultimi decenni del XIX sec., si riferisce a svariate correnti che miravano a un rinnovamento dello stile di vita. Il fenomeno prese avvio con la riforma alimentare (Alimentazione) e la Medicina naturale. Molti pionieri della vita sana, tra cui gli Svizzeri Arnold Rikli e Theodor Hahn, confrontati direttamente alla malattia e al fallimento della medicina scientifica tradizionale e costretti a una condotta di vita rispettosa della natura, elaborarono personali pratiche di medicina naturale che, severamente osservate, avrebbero loro evitato possibili ricadute. Essi propagandarono tra l'altro il Vegetarismo, le cure di sole e i bagni termali (Naturismo).

Alla fine del XIX sec., il movimento per la vita sana rivolse la sua attenzione, oltre che alla medicina e all'Igiene, anche alla Questione sociale. La volontÓ di rinnovamento riguard˛ anche l'ambito fondiario e il contesto abitativo. I sostenitori della riforma fondiaria aspiravano alla proprietÓ comune delle terre (Freiwirtschaftliche Bewegung). Il movimento per la riforma abitativa, oltre a voler sviluppare una controcultura, auspicava anche che gli insediamenti realizzati potessero costituire un modello per la soluzione di problemi globali della societÓ. All'inizio del XX sec. le aspirazioni riformatrici furono spesso dettate da criteri estetici e riguardarono spec. l'abbigliamento, la cura del corpo, la ginnastica e la danza. La comunitÓ del Monte VeritÓ sopra Ascona (fondata nel 1900), l'insediamento di Grappenhof ad Amden (1901) e il Goetheanum della Soc. antroposofica universale a Dornach (1913) (Antroposofia) furono i pi¨ importanti centri intern. della vita sana in Svizzera.

Il movimento non disponeva di una teoria che collegasse le diverse correnti nÚ di un'org. che le riunisse. I suoi seguaci erano propensi all'isolamento e credevano profondamente nelle forze naturali nascoste in ogni individuo. Si rifiutavano di aderire a qualsiasi partito politico. Tra i maggiori esponenti del movimento per la vita sana in Svizzera vanno cit. Johannes KŘnzle, Maximilian Oskar Bircher-Benner e Werner Zimmermann. Quest'ultimo difese l'idea di una "terza via", volta a creare un ordine economico "naturale" senza rendite derivanti dalla terra, da capitali e speculazioni.


Bibliografia
– E. Barl÷sius, Naturgemńsse LebensfŘhrung, 1997
– R. Kurzmeyer, Viereck und Kosmos, 1999
Die Lebensreform, cat. mostra Darmstadt, 2 voll., 2001

Autrice/Autore: Roman Kurzmeyer / did