Muhen

Com. AG, distr. Aarau; (1045: Mucheim, secondo una copia del XIV sec.; 1267: Mukhein). Villaggio allungato nel Suhrental inferiore, comprendente i quattro insediamenti di Obermuhen, Mittelmuhen, Untermuhen e Schwabistal, che oggi costituiscono un unico insediamento. Pop: 615 ab. nel 1764, 846 nel 1803, 1288 nel 1850, 1213 nel 1900, 2046 nel 1950, 3083 nel 2000. Sono stati rinvenuti reperti isolati del Neolitico, un fondo di capanna dell'età del Ferro (sullo Schafrain) e resti sparsi romani. Nel ME e in epoca moderna M. appartenne alla contea risp. al baliaggio bernese di Lenzburg. Il villaggio costituiva il centro del baliaggio di M. che, dopo il passaggio a Berna nel 1415, fu incorporato nella giurisdizione di Kölliken assieme a Holziken, Wittwil, Staffelbach, Bottenwil, Attelwil e Wiliberg. Verso la fine del ME accanto a conventi, signori giustizieri (Twingherren), città e villaggi, era soprattutto la città di Berna a possedere beni a M. Sul piano ecclesiastico il com. dipendeva dalla parrocchia di Schöftland e da quella di Suhr (poi Oberentfelden); ottenne una propria chiesa solo nel 1961. Un taverna è attestata dal 1045, un mulino dal 1331. Nel 1653 il villaggio contava 11 contadini proprietari, 13 contadini semiproprietari e 44 Tauner. In epoca preindustriale oltre al mulino e alla locanda, furono autorizzati a esercitare l'attività un impianto di follatura con annessa tintoria, una pressa da cuoio, una conceria e una fucina. Il settore economico principale era l'agricoltura, cui dal 1720 si aggiunse la tessitura del cotone. Dal 1901 M. è collegato alla linea ferroviaria Aarau-Schöftland. Fino alla fine del XIX sec. il villaggio mantenne un carattere prevalentemente rurale; solo all'inizio del XX sec. le industrie iniziarono a offrire un numero importante di posti di lavoro. Nel 2001 le 152 aziende attive a M. occupavano 1040 dipendenti, dei quali ca. un quinto nel settore secondario e almeno due terzi nel terziario. L'imponente casa rurale con tetto in paglia e parte abitativa in pietra (1720-21, distrutta da un incendio e ricostruita negli anni 1962-63), importante monumento storico, accoglie oggi un museo della cultura abitativa rurale.


Bibliografia
– M. Widmer, Dorfchronik Muhen, 1995

Autrice/Autore: Markus Widmer-Dean / mdi