• <b>Isabelle de Charrière (Belle de Zuylen)</b><br>Ritratto a olio realizzato nel 1777 dal pittore danese  Jens Juel (Bibliothèque publique et universitaire de Neuchâtel).

No 4

Charrière, Isabelle de (Belle de Zuylen)

nascita 20.10.1740 (Isabella Agneta Elisabeth van Tuyll van Serooskerken) Zuylen (Paesi Bassi), morte 26.12.1805 Colombier (NE), rif. Figlia di Diederik Jakob, signore di Zuylen e di Westbroek, e di Helena Jacoba de Vicq. ∞ (1771) Charles-Emmanuel de C., signore di Penthaz; senza discendenza. Educata nella cultura franc., manifestò fin dalla giovane età un'intelligenza fuori dal comune e un forte spirito di indipendenza. Belle de Zuylen sposò, dopo il fallimento di vari progetti di matrimonio (con il savoiardo François Noyel, marchese di Bellegarde, e James Boswell), l'anziano precettore dei suoi fratelli. Con lui si stabilì nel principato di Neuchâtel, che non lasciò più tranne che per brevi soggiorni ai bagni termali, a Ginevra, a Parigi o nel Paese di Vaud. C. si circondò di una selezionata cerchia di conoscenti, tra cui Ludwig-Ferdinand Huber, Pierre-Alexandre DuPeyrou, Henri-David Chaillet, Benjamin Constant (il cui zio, David-Louis Constant d'Hermenches, fu amico di C. in Olanda), Jean-Pierre de Chambrier d'Oleyres, Isabelle de Gélieu. Iniziata con il racconto Le Noble (1762), una satira dell'ambiente sociale in cui viveva, l'opera letteraria di C. fu molto variata e di eccezionale qualità. Tra i suoi migliori romanzi figurano Lettres neuchâteloises (1783), Lettres écrites de Lausanne (1785-87) e Trois femmes (1795). Fu pure autrice di scritti politici contemporanei alla Rivoluzione franc., Lettres d'un évêque français à la nation (1789), Lettres trouvées dans la neige, Lettres trouvées dans des portefeuilles d'émigrés (1793), di opere teatrali, di composizioni musicali e di un'abbondante corrispondenza. C. è considerata una delle scrittrici che meglio hanno incarnato lo spirito e le aspirazioni dell'Illuminismo.

<b>Isabelle de Charrière (Belle de Zuylen)</b><br>Ritratto a olio realizzato nel 1777 dal pittore danese  Jens Juel (Bibliothèque publique et universitaire de Neuchâtel).<BR/>
Ritratto a olio realizzato nel 1777 dal pittore danese Jens Juel (Bibliothèque publique et universitaire de Neuchâtel).
(...)


Opere
Œuvres complètes, a cura di J.-D. Candaux et al., 10 voll., 1979-1984
Archivi
– Fondo presso BPUN
Bibliografia
– P. Godet, Mme de Charrière et ses amis, 2 voll., 1906
– C. P. Courtney, I. de Charrière (Belle de Zuylen), 1993
– D. Jakubec, J.-D. Candaux (a cura di), Une Européenne: I. de Charrière en son siècle, 1994
– R. Trousson, I. de Charrière, 1994

Autrice/Autore: Daniel Maggetti / pre