Fanas

Ex comune GR, circolo Seewis, distretto Prättigau/Davos, dal 2011, unitamente a Valzeina, parte del comune di Grüsch; (seconda metà del XII sec.: Phanaunes). Villaggio strada disposto su di una terrazza accessibile da Grüsch e da Schiers. Pop: 373 ab. nel 1850, 282 nel 1900, 250 nel 1920, 303 nel 1950, 226 nel 1970, 377 nel 2000. Nel ME la campicoltura e l'allevamento erano praticati in curtes appartenenti al capitolo del duomo di Coira e ai nobili von Aspermont. F. fece parte della signoria di Solavers e in seguito della giurisdizione di Schiers che ne derivò; dopo la divisione di quest'ultima appartenne, dal 1679 al 1729, al vicariato di Schiers e poi, fino al 1851, a quello di Seewis. La chiesa all'estremità orientale del villaggio, menz. nel 1447 come filiale di S. Maria di Solavers, ottenne un proprio curato nel 1487. Dal 1560 al 1570 passò alla Riforma. La chiesa odierna sorse nel 1754-55. La germanizzazione si concluse a metà del XVI sec. A F. dominavano l'allevamento di bestiame (insediamenti produttivi temporanei a diversi livelli dotati di numerosi edifici agricoli, tre alpi) e, fino al 1950 ca., la campicoltura. Dal 1969 al 1976 si procedette allo sviluppo dei collegamenti stradali. L'economia ruotava ancora all'inizio del XXI sec. attorno al settore primario anche se la costruzione di sentieri e l'utilizzo di una piccola teleferica, soprattutto da parte di piloti di parapendio, hanno creato nuovi posti di lavoro nel terziario.


Bibliografia
MAS GR, 2, 1937, 61-63
Gem. GR

Autrice/Autore: Otto Clavuot / sma