• <b>Louis Agassiz</b><br>Ritratto dello scienziato, fotografia di   Paul Vionnet (Musée historique de Lausanne).

No 4

Agassiz, Louis

nascita 28.5.1807 (Louis-Jean-Rodolphe) Môtier (oggi comune di Mont-Vully),morte 14.12.1873 Cambridge (Massachusetts, Stati Uniti), rif., di Bavois. Figlio di Louis Benjamin Rodolphe, pastore rif., e di Rose Mayor. Fratello di Auguste ( -> 2). Nipote di Mathias Mayor. ∞ 1) (1833) Cécile Braun (morte 1848), pittrice scientifica, sorella di Alexander, botanico ted.; 2) (1850) Elizabeth Cary, di Boston. Studiò medicina e scienze naturali a Zurigo, Heidelberg e Monaco. Dopo aver pubblicato uno studio sui pesci amazzonici, nel 1829 conseguì il dottorato in filosofia a Erlangen (D), poi in medicina a Monaco nel 1830. Lo stesso anno si recò a Parigi, dove il naturalista Georges-Léopold Cuvier gli mise a disposizione la sua vasta documentazione sui pesci fossili. Morto Cuvier si trasferì a Neuchâtel, dove fu titolare di una cattedra di scienze naturali ad personam alle scuole superiori (1832-46) e all'Acc. (1838-46). Pubblicò in particolare ricerche sui pesci fossili (Recherches sur les poissons fossiles..., 5 volumi, 400 tavole, 1833-43), sugli echinodermi (Monographies d'échinodermes vivant[s] et fossiles, 4 volumi, 1838-42) e, incoraggiato da Jean de Charpentier, sui ghiacciai alpini e sulle glaciazioni (Etudes sur les glaciers, 1840; Glaciologia). Contemporaneamente ampliò la collezione del Museo di storia naturale di Neuchâtel. Indebitatosi in seguito a costose pubblicazioni in proprio, grazie alla mediazione di Alexander von Humboldt, il re di Prussia gli affidò uno studio comparativo della fauna europea e americana. Nel 1846-47 intraprese un viaggio negli Stati Uniti, dove tenne numerose conferenze, riscuotendo un successo tale che l'Univ. di Harvard a Cambridge istituì una cattedra di zoologia e geologia ad personam. Rimasto vedovo, sposò una cittadina americana e decise quindi di rimanere negli Stati Uniti. Le sue spedizioni al lago Superiore, in Florida, in Brasile e intorno al Sudamerica condussero a varie scoperte in materia di coralli, fauna abissale e vestigia glaciali. Raccolse così una serie di reperti che costituirono il nucleo iniziale del futuro Museum of Comparative Zoology dell'Univ. di Harvard. Dal 1857 al 1862 pubblicò quattro dei dieci volumi previsti per la sua opera maggiore (Contributions to the Natural History of the United States), relativi all'evoluzione delle tartarughe e alla morfologia delle meduse e di altri animali. Primo professore di zoologia negli Stati Uniti, a lui si deve in particolare la compilazione di una tassonomia dei pesci fossili e la diffusione della glaciologia nell'area anglofona. A. sviluppò inoltre una teoria sulla nascita delle specie in diverse "province" naturali distinte (De l'espèce et de la classification en zoologie, 1869), difendendo con ciò il poligenismo, secondo cui la stirpe umana deriverebbe da diversi ceppi, sviluppatisi in diverse parti del mondo indipendentemente gli uni dagli altri. Per le sue asserzioni riguardo razze superiori e inferiori e l'attribuzione generalizzante di specifici attributi caratteriali per interi gruppi di persone A. venne fortemente criticato alla fine del XX e all'inizio del XXI sec. In questo senso opera ad esempio la campagna "Demonter Louis A.", che dal 2007 si batte affinché la cima dell'Agassizhorn, nelle Alpi bernesi, venga ridenominata. Il Consiglio fed., rispondendo alle interpellanze del 2007 e del 2015 al riguardo, si è esplicitamente distanziato dal pensiero razzista di A.

<b>Louis Agassiz</b><br>Ritratto dello scienziato, fotografia di   Paul Vionnet (Musée historique de Lausanne).<BR/>
Ritratto dello scienziato, fotografia di Paul Vionnet (Musée historique de Lausanne).
(...)


Archivi
– Fondi presso AEN e ASL
Bibliografia
DSB, 1, 72-74
– H. Balmer, «L. Agassiz, 1807-1873», in Gesnerus, 31, 1974, 1-18
– E. Kuhn-Schnyder, L. Agassiz als Paläontologe, 1975
Histoire de l'Université de Neuchâtel, 1, 1988, 169-197
– M.-A. Kaeser Un savant séducteur: L. Agassiz (1807-1873), 2007
– C. Irmscher L. Agassiz: Creator of American Science, 2013

Autrice/Autore: Heinz Balmer / vfe