No 7

Necker [-Curchod], Suzanne

nascita 2.6.1737 Crassier,morte 15.5.1794 Losanna, rif., di Losanna. Figlia di Louis Antoine Curchod, pastore rif., e di Madeleine d'Albert de Nasse, di Montélimar. ∞ (1764) Jacques N. ( -> 3). Fu educata dal padre nello studio delle scienze e delle lingue moderne e antiche. Dal 1760 lavorò come governante a Ginevra presso la fam. di Madame de Vermenoux, che seguì a Parigi dove incontrò il suo futuro marito. Dal 1765 animò un salotto, frequentato da letterati, filosofi ed enciclopedisti, ma anche da persone di corte e di potere. Dotata di spirito pratico e abile amministratrice, nel 1778 fondò a Parigi un ospizio (l'odierno ospedale Necker) a scopi caritatevoli e di sperimentazione scientifica. Nel 1790, N. e suo marito si ritirarono nel castello di Coppet di loro proprietà. Fu autrice di numerose opere (Hospice de charité, 1780; Des inhumations précipitées, 1790), alcune delle quali furono pubblicate postume (Réflexions sur le divorce, 1794; Mélanges extraits des manuscrits de Mme Necker, 1798; Nouveaux mélanges extraits des manuscrits de Mme Necker, 1801).


Archivi
– Fondo presso BCUL
Bibliografia
– H. Lüthy, La banque protestante en France, 2, 1961, 371-373
– J.-D. Bredin, Une singulière famille, 1999

Autrice/Autore: Valérie Cossy / gbp