No 2

Amerbach, Basilius (il Giovane)

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 1.12.1533 Basilea, morte 25.4.1591 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Bonifacius ( -> 3). ∞ (1561) Esther Rudin (morte 1562, nello stesso giorno in cui morý il suo unico figlio, Bonifaciolus), figlia di Jakob, responsabile dell'ufficio del cambio basilese e capo delle corporazioni cittadine. Fra il 1552 e il 1559 studi˛ legge a Tubinga, Padova, Bologna e Bourges, intraprendendo inoltre numerosi viaggi. Ottenuto il dottorato all'Univ. di Bologna (1560), assunse la funzione di praticante presso la camera imperiale di Spira (D). Su richiesta del padre, nel 1561 rientr˛ a Basilea per contrarre il matrimonio da tempo previsto; in seguito fu nominato docente di diritto romano presso l'ateneo basilese e, nel 1581, procuratore della cittÓ. Come giÓ suo padre, godette di grande fama per le sue perizie legali. Si interess˛ di numismatica e archeologia, specializzandosi in epigrafia romana. Diede inizio agli scavi del teatro romano di Augusta Raurica, ponendo cosý le basi per lo studio scientifico dell'archeologia classica a nord delle Alpi. Compil˛ un vasto e dettagliato Thesaurus di nozioni relative all'antichitÓ classica e all'Umanesimo - opera dotta, ma di scarsa originalitÓ scientifica. Collezion˛ sistematicamente oggetti d'arte e libri, riunendoli in una collezione, il Gabinetto A., ceduta alla cittÓ di Basilea nel 1662.


Opere
Die Amerbachkorrespondenz, a cura di A. Hartmann, B. R. Jenny, 1-, 1942-
Bibliografia
NDB, 1, 246
Das Amerbach-Kabinett, cat. mostra Basilea, 5 voll., 1991

Autrice/Autore: Beat von Scarpatetti / lss