12/03/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 

Com. GR, circ. Val Müstair, distr. Inn; (1466: Lug). Tra le località più alte d'Europa (1920 m), L. è posto su un terrazzo solatio del versante sinistro del torrente Rom e comprende la frazione di Lüsai, ma non il fondovalle. Pop: 74 ab. nel 1835, 95 nel 1850, 59 nel 1900, 56 nel 1950, 55 nel 1990, 62 nel 2000. Il territorio fu colonizzato nel XII sec. nell'ambito dei lavori di dissodamento promossi dal convento di Müstair. È probabile che a L. fosse situata una stazione di sosta sulla mulattiera che attraverso il passo Costainas portava a S-charl e Scuol. Sul piano ecclesiastico dalla fine del XV sec. il villaggio fece capo a Santa Maria. Con l'introduzione della Riforma (1530), L. fu unito alla parrocchia di Fuldera; negli anni 1820-30 il villaggio ebbe un proprio pastore. L. è com. indipendente dal 1854. Con l'apertura della strada carrozzabile del passo del Forno (1870-72), il villaggio si trovò ancora più isolato. In certi periodi si praticò anche la cerealicoltura, ma l'attività economica prevalente è sempre stata l'allevamento.


Bibliografia
– R. Luzzi, Lü - Lusai, 1992

Autrice/Autore: Paul Eugen Grimm / ato