• <b>Soglio</b><br>Le costruzioni nelle diverse fasce altitudinali del territorio comunale; rilevamento compiuto sotto la direzione di Michael Alder dagli studenti di architettura della scuola di ingegneria dei due semicantoni di Basilea, pubblicato sotto forma di libro nel 1983 (Biblioteca nazionale svizzera). Dal basso in alto, si passa dal fondovalle, dove è ancora presente la vite (800-900 m), alla zona dei castagneti (900-1100 m), dominata dal villaggio terrazzato. Seguono poi i monti bassi, sopra il limite di crescita delle latifoglie (1500 m), e i monti alti, appena al di sotto del limite di crescita delle conifere (2000 m).

Soglio

Ex comune GR, circolo Bregaglia, distretto Maloja, dal 2010 forma con Bondo, Castasegna, Stampa e Vicosoprano il comune di Bregaglia; (1186: de Solio; antico nome ted.: Sils im Bergell; rom.: Suogl). L'insediamento terrazzato, da sempre italofono, comprende S. (1095 m) e la frazione Spino, ed è situato sul pendio che salendo al Pass da la Duana conduce nella valle di Avers e che attraverso il Passo da la Prasgnola porta nella Val Madris, dove la fam. Salis acquisì degli alpeggi (1412). Pop: 388 ab. nel 1850, 349 nel 1900, 287 nel 1950, 172 nel 2000. A S. e nei dintorni sono state trovate pietre cuppelliformi e una tomba a lastre, presso Spino due recipienti etruschi in bronzo. Sul piano ecclesiastico, S. fece capo alla grande parrocchia di Nostra Signora a Promontogno; nel XIV sec. era una curazia. La chiesa di S. Lorenzo, menz. la prima volta nel 1354, è però più antica. La Riforma venne introdotta nel 1552. All'inizio del XXI sec. S. era servito da Castasegna. Nel ME era parte della comunità della val Bregaglia, nel 1383 costituì il com. "di là dell'acqua" con Castasegna e dal 1535 una vicinanza del com. di Sotto Porta (sede del tribunale civile a S.); nel 1879 divenne com. autonomo. La località deve la sua importanza storica e culturale ai Salis, giunti a S. nel XIII sec. come ministeriali vescovili (diversi palazzi). Il transito delle merci fiorì dal XIV al XVIII sec.; dal 1850 riveste un ruolo importante il turismo. L'ospedale distr. di Spino fu aperto nel 1902, la casa per anziani nel 1978. Nel 1945-50 fu attuata una ricomposizione parcellare e nel 1973 venne adottato un piano regolatore. Confrontato al problema dell'emigrazione, nel periodo 1982-2001 S. mantenne una scuola primaria a proprie spese. All'inizio del XXI sec. i bambini di S. frequentavano la scuola a Bondo.

<b>Soglio</b><br>Le costruzioni nelle diverse fasce altitudinali del territorio comunale; rilevamento compiuto sotto la direzione di Michael Alder dagli studenti di architettura della scuola di ingegneria dei due semicantoni di Basilea, pubblicato sotto forma di libro nel 1983 (Biblioteca nazionale svizzera).<BR/>Dal basso in alto, si passa dal fondovalle, dove è ancora presente la vite (800-900 m), alla zona dei castagneti (900-1100 m), dominata dal villaggio terrazzato. Seguono poi i monti bassi, sopra il limite di crescita delle latifoglie (1500 m), e i monti alti, appena al di sotto del limite di crescita delle conifere (2000 m).<BR/>
Le costruzioni nelle diverse fasce altitudinali del territorio comunale; rilevamento compiuto sotto la direzione di Michael Alder dagli studenti di architettura della scuola di ingegneria dei due semicantoni di Basilea, pubblicato sotto forma di libro nel 1983 (Biblioteca nazionale svizzera).
(...)


Bibliografia
MAS GR, 5, 1943, 433-445
– R. Stampa, Storia della Bregaglia, 1974 (19913)
Gem. GR
Gem. GR, 2003
– M. Alder, D. Giovanoli (a cura di), Soglio, 19972

Autrice/Autore: Adolf Collenberg / sor