Funtauna Merla

Il nome (ted. Amselbrunnen) designa una roccia con sorgente sul versante sinistro della valle presso Las Agnas. Menz. la prima volta nel 1283, F. segnò dapprima il confine fra le due comunità parrocchiali dell'Alta Engadina; il termine di plaiv (pieve) è ancora oggi usato per indicare la parte inferiore della valle. Dopo la separazione della giurisdizione dell'Alta Engadina (1438), che continuò però a esistere come Comun grande, F. costituì il confine fra le due nuove giurisdizioni di Sur F. e Suot F. Secondo il Fünfsiegelbrief entrambe avevano la competenza di dirimere anche le liti civili fra parti residenti nell'una o nell'altra giurisdizione (dal 1462). Con l'introduzione del nuovo ordinamento giudiziario (1851), F. non designò più alcun confine e perse pertanto la sua importanza. In occasione dei lavori di canalizzazione dell'Inn, la roccia presso la sorgente fu distrutta per ricavarne materiale da impiegare nella costruzione di sbarramenti (1856).


Fonti
FDS GR, II/1

Autrice/Autore: Ottavio Clavuot / sma