18/04/2012 | segnalazione | PDF | stampare | 

Guarda

Com. GR, circ. Sur Tasna, distr. Inn; (1160: Warda). Villaggio lungo la strada su un terrazzo a sinistra dell'Inn, che comprende Giarsun, abitato posto sul fondovalle. Pop: 280 ab. nel 1850, 245 nel 1900, 193 nel 1950, 134 nel 1980, 165 nel 1990, 144 nel 2000. Il bastione di pietra di Patnal potrebbe risalire all'etÓ del Ferro. Nel basso ME G. dipese dal vescovo di Coira. La separazione dalla parrocchia di Ardez avvenne nel 1494; a quell'epoca risale probabilmente anche la costruzione della chiesa gotica. Nel 1529 G. aderý alla Riforma assieme a Lavin. Il sito, oggi abbandonato, di Auasagna Ŕ menz. nel XVI sec. quale fonte termale. Il villaggio fu distrutto due volte (1499 e 1622) e nel 1652 si riscatt˛ dall'Austria. Fino al 1851 fece parte della giurisdizione di Obtasna. La costruzione della strada sul fondovalle (1862) e il conseguente progresso economico non toccarono da vicino il villaggio, a maggioranza rom., che per questa ragione e grazie a un'ampia opera di restauro (1939-45) Ŕ tra i villaggi engadinesi meglio conservati: nel 1975 ha ricevuto il premio Wakker e nel 1985 Ŕ stato classificato sito di importanza nazionale. Una stazione della Ferrovia retica Ŕ stata aperta a Giarsun nel 1913. Dalla metÓ del XX sec. l'agricoltura si basa quasi esclusivamente sull'allevamento.


Bibliografia
Gem. GR
– N. Caviezel, Guarda, 1985
– S. Bundi GraubŘnden und der Heimatschutz, 2012

Autrice/Autore: Paul Eugen Grimm / sma