Pazen

Ex comune GR, circolo Schams, distretto Hinterrhein, integrato nel 1875 nel comune di Patzen-Fardün, dal 2003 fa parte della frazione di Pazen-Farden nel comune di Donat; (1204: Pazens). Insediamento compatto situato nel basso Schamserberg. Con la fusione del 2003 è stato adottato il nome retorom. Pop: 44 ab. nel 1835; con Farden 64 ab. nel 1900, 64 nel 1950, 64 nel 2000. Nel 1980 l'83% della pop. di Patzen-Fardün parlava rom. Sul territorio com., dissodato già all'inizio del XIII sec., erano praticati l'allevamento e la campicoltura. Dal 1204 è attestata sullo Schamserberg una comunità di contadini liberi che amministrava autonomamente la bassa giustizia. I signori von P., menz. nel 1219, erano ministeriali vescovili. I diritti signorili nella valle, detenuti nell'ordine dai von Vaz, dai von Werdenberg e dal 1456 dalla diocesi di Coira, furono riscattati dagli ab. dello Schams nel 1458. Sul piano ecclesiastico P. faceva capo alla parrocchia di S. Martino a Zillis; nel 1407 venne fondata la cappellania di S. Nicolao a Farden, dove risiedeva un prete secolare. Il villaggio aderì alla Riforma prima del 1538; separatosi da Zillis, nel 1627 entrò a far parte con Farden, Donat, Casti e Clugin di una comunità parrocchiale autonoma. Con queste vicinanze P. formò fino al 1851 una bassa giurisdizione del com. giurisdizionale di Schams. La strada carrozzabile fu realizzata nel 1904-06; dal 1980 è in corso un processo di miglioria fondiaria. All'inizio del XXI sec. a P. era praticato soprattutto l'allevamento.


Bibliografia
MAS GR, 1943, 216-219
Gem. GR

Autrice/Autore: Jürg Simonett / cne