Alt-Falkenstein

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Fortezza medievale situata nel com. di Balsthal (SO), all'ingresso dell'Hauenstein superiore, sullo sperone roccioso della chiusa valliva di Balsthal. L'edificio comprendeva un dongione circolare sovrastante il fossato e un'ala residenziale composita, a pianta irregolare, costruita seguendo la morfologia del terreno. Costruita in data ignota, la fortezza Ŕ menz. per la prima volta nel 1255; compare con il nome di A. solo verso il 1375, dopo la ricostruzione della fortezza di Neu-Falkenstein, di origini pi¨ antiche, situata presso la vicina chiusa di Sankt Wolfgang. A. era la residenza del ramo dei conti di Falkenstein, staccatosi dai Bechburg: nel 1324 l'Austria ottenne il diritto di guarnigione. Nel 1420 Hans von Falkenstein vendette per 3000 fiorini A. e il piccolo borgo di Klus a Soletta; a partire dal 1570 la fortezza divenne la sede del landscriba del baliaggio solettese di Falkenstein. Nel 1801 l'edificio e la tenuta annessa, che in precedenza erano stati messi all'asta per tre volte, furono acquistati per 7500 franchi da Jakob Brunner, prefetto distr. e oste della locanda R÷ssli a Balsthal. Dopo vari passaggi di proprietÓ, nel 1923 A. fu donata al cant. Soletta; restaurata nel 1923-26, attualmente ospita un museo regionale.


Bibliografia
– W. Meyer, Burgen von A bis Z, 1981

Autrice/Autore: Peter Kaiser / vfe