25/03/2014 | segnalazione | PDF | stampare | 

Urmein

Com. GR, circ. Thusis, distr. Hinterrhein, villaggio agglomerato sull'Heinzenberg (1264 m); (1156: Hof de Ormen; rom.: Urmagn). Pop: 158 ab. nel 1803, 133 nel 1850, 89 nel 1900, 90 nel 1950, 81 nel 2000. A metà del XII sec. U. faceva parte della grande curtis di Flerden appartenente al convento di Cazis. Signori territoriali furono i von Vaz (fino al 1337), poi i von Werdenberg, i von Rhäzüns e, dal 1475, il vescovo di Coira. La rapida germanizzazione avvenne a partire da Tschappina, poco più in alto. Sul piano ecclesiastico U. fece capo a Portein; si separò nel 1670 assieme a Flerden e nel 1725 divenne com. parrocchiale autonomo. La Riforma fu introdotta nel 1530-40. La chiesa risale al 1720-22. Gli ultimi diritti vescovili furono riscattati nel 1709. Fino al 1851 U. costituì una vicinanza del com. giurisdizionale di Heinzenberg e fece parte del distr. omonimo fino al 2000. Pericolosi smottamenti minacciano la zona sotto il villaggio lungo la Nolla. La carrozzabile per Thusis fu costruita nel 1900-01. Accanto all'allevamento, fino agli anni 1970-80 la campicoltura fu praticata da alcuni ab. di V. Le migliorie fondiarie, con cui si allontanarono le fattorie dal nucleo, ebbero luogo dopo il 1960. Il raggruppamento delle case di vacanza a Oberurmein ha permesso di salvaguardare l'aspetto tradizionale del centro del villaggio.


Bibliografia
MAS GR, 3, 1940, 223 sg.
Gem. GR

Autrice/Autore: Jürg Simonett / cne