• <b>Alexandre Safran</b><br>Monsignor Amédée Grab (a sinistra), vescovo della diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo, in compagnia del rabbino capo il 25.6.1997  © KEYSTONE / Patrick Aviolat. La fotografia venne realizzata nel 1997 in occasione della conferenza sulla restituzione dei beni ebraici sottratti durante la seconda guerra mondiale organizzata dal centro Simon Wiesenthal a Ginevra.

No 1

Safran, Alexandre

nascita 12.9.1910 Bacău (Romania), morte 27.7.2006 Ginevra, isr., cittadino rumeno, dal 1962 di Ginevra, cittadino onorario di Bacău. Figlio di Bezalel Zeev, rabbino. ∞ (1936) Sara Reinharz, figlia di Jacob, commerciante, di Iaşi (Romania). Dopo studi con il padre, si formò come rabbino all'Ist. teol. isr. e studiò filosofia all'Univ. di Vienna (1930-33), conseguendo il dottorato. Rabbino a Bacău (1935), fu attivo come pubblicista per la stampa rumena in lingua jiddisch e nel 1940 venne eletto rabbino capo di Romania. Membro d'ufficio del Senato rumeno, si impegnò in favore degli ebrei perseguitati intervenendo di persona presso le più alte autorità statali ed ecclesiastiche. Tramite René de Weck, ministro di Svizzera, intrattenne contatti con l'estero e contribuì a salvare quasi la metà degli ebrei rumeni (ca. 347'000 persone) dallo sterminio. Espulso dal nuovo governo comunista (1947), fu nominato rabbino capo dalla comunità isr. di Ginevra. Insegnò filosofia della religione ebraica all'Univ. di Ginevra. Fu uno degli interlocutori isr. al Concilio Vaticano II (1965) ed ebbe contatti con il cardinale Augustin Bea, i filosofi Paul Ricœur e Jacques Maritain, Karl Barth e il vescovo Pierre Mamie. Fu autore di opere di mistica, filosofia ed etica ebraiche e insegnò anche in Francia. Nel 1995 venne riabilitato dalla Romania. Fu il più importante rabbino della Svizzera franc.

<b>Alexandre Safran</b><br>Monsignor Amédée Grab (a sinistra), vescovo della diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo, in compagnia del rabbino capo il 25.6.1997  © KEYSTONE / Patrick Aviolat.<BR/>La fotografia venne realizzata nel 1997 in occasione della conferenza sulla restituzione dei beni ebraici sottratti durante la seconda guerra mondiale organizzata dal centro Simon Wiesenthal a Ginevra.<BR/>
Monsignor Amédée Grab (a sinistra), vescovo della diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo, in compagnia del rabbino capo il 25.6.1997 © KEYSTONE / Patrick Aviolat.
(...)


Opere
Lottando nella bufera: memorie, 1939-1947, 1995 (inglese 1987)
Ethique juive et modernité, 1998 (ed. anche in ebraico, spagnolo e giapponese)
Bibliografia
A. Safran, Grand Rabbin de Genève, 1998
– C. Iancu, A. Safran, 2007 (con bibl.)

Autrice/Autore: Robert Uri Kaufmann / ggm