09/07/2008 | segnalazione | PDF | stampare | 

Hofstetten (ZH)

Com. ZH, distr. Winterthur; (914: Pipineshovestetin; fino al 2003 H. bei Elgg). Il com., allungato su un territorio che si estende dallo Schauenberg fino alla valle dell'Eulach e disposto su tre livelli di altitudine, comprende i piccoli nuclei di Huggenberg, Geretswil, H., Wenzikon e Dickbuch. Pop: ca. 90 ab. nel 1467, 587 nel 1850, 478 nel 1900, 461 nel 1950, 419 nel 2000. Documenti del 754, 803/805 e 914 attestano donazioni al monastero di San Gallo. Attorno al 1200 sullo Schauenberg sorgeva una fortezza lignea, sostituita nella seconda metà del XIII sec. da una torre in pietra. La fortezza costituì la residenza di una fam. di ministeriali sangallesi, menz. per la prima volta nel 1242. Rilevata verso il 1331 da Beringer von Hohenlandenberg, fu rasa al suolo da Austriaci e Zurighesi intorno al 1344. Nel XIII sec. iniziò la disgregazione del complesso fondiario sangallese; diversi beni furono rilevati dai conventi di Magdenau, Töss, Rüti e Tänikon. La sovranità feudale dagli inizi del XIV sec. fu acquisita in molti casi dai von Landenberg e dagli Asburgo risp. dalla signoria di Elgg. L'alta giustizia passò, insieme alla contea di Kyburg, alla città di Zurigo (dal 1424, definitivamente nel 1452), che attraverso una corporazione di diritto, il cosiddetto Stählerner Bund, riuscì nel 1494 a impossessarsi anche della bassa giustizia sulla maggioranza dei nuclei di H. Solo i possedimenti dei von Landenberg nella regione di Huggenberg appartenevano alla signoria giurisdizionale di Turbenthal. Sul piano ecclesiastico tutti gli insediamenti facevano capo alla parrocchia di Elgg. Nel 1798 H. divenne un com. assegnato prima al distr. di Elgg, dal 1803 a quello di Winterthur. Le Zivilgemeinden di H., Huggenberg, Geretswil, Wenzikon e Dickbuch esistettero fino al 1928. L'artigianato rurale riuscì ad affermarsi solo a Dickbuch, unico villaggio compatto del com. Christian Müller, chirurgo immigrato dalla Sassonia nel 1786, a H. gestì uno studio medico con farmacia. Il com. non fu collegato alla rete di trasporti pubblici e mantenne il suo carattere agricolo, con campicoltura nella parte bassa e allevamento nella parte alta. In seguito alla concentrazione delle aziende agricole, alla riconversione delle case rurali abbandonate in abitazioni e alla mancanza di posti lavoro, dal 1980 H. è divenuto un com. rurale di pendolari in uscita.


Bibliografia
MAS ZH, 7, 1986, 267-281
– AA.VV., Die Burg Schauenberg bei Hofstetten, 2000

Autrice/Autore: Ueli Müller / sma