No 13

Naville, René

nascita 15.7.1905 Cologny, morte 13.2.1978 Estoril (Portogallo), rif., di Ginevra. Figlio di Paul, notaio, e di Emilie Marguerite Soret. Abiatico di Ernest ( -> 3). Nipote di Adrien ( -> 1). ∞ 1) (1934) Eliane, figlia di Roger de Diesbach (divorzio nel 1950); 2) Elvira Morcillo-Cobo, cittadina spagnola. Dopo la scuola nuova di Glarisegg, studiò diritto a Ginevra, Basilea e Berlino, conseguendo la licenza a Ginevra. Fu corrispondente da Londra e da Berlino del Journal de Genève. Dopo un periodo di pratica nello studio di Albert Picot (1930-31), lavorò presso il Dip. politico fed. Inviato a Parigi nel 1933, fu titolare del consolato sviz. (1941-44). Durante l'occupazione ted. della Francia intervenne presso i servizi franc. e ted. per proteggere sia i cittadini sviz., in particolare isr., sia quelli degli Stati dei quali la Svizzera aveva assunto la rappresentanza diplomatica. Incaricato d'affari a Caracas (1945-49) e poi a Giacarta (1952-54), fu ambasciatore a Santiago del Cile (1954-59), a Pechino (1959-62) e Lisbona (1963-70). Pubblicò inoltre opere storiche e poetiche (in parte tradotte dal cinese).


Archivi
– Documentazione del DFAE
Fonti
DDS, 14-15
Bibliografia
– A. Fleury, «Les activités diplomatiques suisses en France, 1940-1944», in Relations internationales, 108, 2001, 525-544

Autrice/Autore: Marc Perrenoud / frm