18/03/2014 | segnalazione | PDF | stampare

Trans

Ex com. GR, circ. Domigliasca, distr. Hinterrhein, dal 2009 parte del nuovo com. di Tomils con Feldis/Veulden, Scheid e Tumegl/Tomils; (metÓ XII sec.: Hof ad Tranne, rom.: TrÓn). Villaggio compatto (1473 m), Ŕ situato su un terrazzo del versante orientale della valle del Reno posteriore. Pop: 84 ab. nel 1803, 104 nel 1850, 56 nel 1900, 61 nel 1950, 69 nel 2000. La curtis menz. nel 1208 forniva grano al convento di Churwalden. Una parte degli ab. di Trans erano contadini liberi rom. La chiesa dei SS. Pietro e Paolo Ŕ menz. la prima volta nel 1508. Sul piano ecclesiastico T. dipendeva da Tomils risp. dalla comunitß rif. di Almens. I violenti scontri confessionali ("affare di Trans") terminarono solo con la scomparsa della minoranza catt. all'inizio del XVIII sec. Il riscatto dei diritti signorili risale al 1527. Nel 1596 i villaggi della Domigliasca esterna delimitarono il proprio territorio. Vicinanza del com. giurisdizionale di Ortenstein fino al 1851, dal 1788 T. form˛ con Scheid e Feldis/Veulden la semigiurisdizione "im Berg". Ancora all'inizio del XXI sec. allevamento e agricoltura costituivano le principali fonti di reddito. La strada carrozzabile che collega T. al fondovalle fu realizzata nel 1918-22. Nel 1944 un incendio distrusse gran parte del villaggio, che venne ricostruito insieme a numerose fattorie sparse. La ricomposizione parcellare data del periodo 1945-47. Nel 2000 oltre il 10% degli ab. di T. era ancora di lingua madre rom. (37% nel 1980).


Fonti
– C. Dejung, Quellen zur Gemeinde Trans, 2004
Bibliografia
MAS GR, 3, 1940, 176-178
Gem. GR
Gem. GR 2003, 378 sg.

Autrice/Autore: JŘrg Simonett / lta