06/06/2006 | segnalazione | PDF | stampare | 
No 1

Edlibach, Gerold

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

nascita fine settembre / inizio ottobre 1454 a Zurigo,morte 28.8.1530 Zurigo, di Zurigo. Figlio di Ulrich ( -> 6) e di Anna Landolt. ∞ Ursula Röist. A Zurigo era nel 1473 amministratore dei beni del convento di Einsiedeln e membro della Konstaffel. Dal 1487 fece parte del Piccolo Consiglio della città, dal quale dovette dimettersi temporaneamente dopo la cacciata del borgomastro Hans Waldmann, suo patrigno; ricoprì di nuovo tale carica negli anni 1493-99 e 1515-24. Nel 1488 era balivo di Bülach, nel 1492 tesoriere, poi balivo di Grüningen (1494-97/98) e di Greifensee (1505-07) e infine preposto all'ospedale (1514-27). Si oppose alla Riforma, compilò un libro araldico zurighese e scrisse uno dei più antichi e ampi glossari medievali del Rotwelsch (lingua furbesca ted.). Dal 1485/86 lavorò a una cronaca ispirandosi in parte a Diebold Schilling; adottando il punto di vista di Zurigo descrisse la storia della Conf., dalla Vecchia guerra di Zurigo fino al periodo della Riforma. La cronaca è illustrata da semplici disegni a penna dello stesso autore. E. corredò parecchi suoi libri con annotazioni personali.


Bibliografia
– J.-P. Bodmer, Chroniken und Chronisten im Spätmittelalter, 1976, 46-49
VL, 2, 357 sg. (con bibl.)
– P. Jezler, «Eines Laien Frömmigkeit und Malkunst», in Turicum, 1, 1989, 44-53
– H.-R. Dütsch, Die Zürcher Landvögte, 1994, 209, 218

Autrice/Autore: Gertraud e Rudolf Gamper / ato