Fürstenau

Com. GR, circ. Domigliasca, distr. Hinterrhein; (1257: Fúrstenowo, Furstinowe; rom. Farschno). La localitā č formata da due nuclei, F. e Fürstenaubruck, sul versante destro della valle del Reno posteriore. Pop: 107 ab. nel 1803, 304 nel 1850, 235 nel 1900, 253 nel 1950, 198 nel 1980, 311 nel 2000. Due torri difensive o residenziali medievali e una curtis vescovile precedettero la costruzione, nella seconda metā del XIII sec., della grande fortezza del signore territoriale, il vescovo di Coira. Nel 1354 l'imperatore Carlo IV accordō a F. l'alta giurisdizione, con il potere di decretare la pena di morte, e due fiere annuali. Nello stesso periodo F. č cit. nelle fonti come oppidum; con la sua fortezza, costituiva il centro amministrativo dei possedimenti vescovili nella Domigliasca e nell' Heinzenberg. I vescovi e i canonici del duomo di Coira, in maggioranza germanofoni, fecero di F. un centro di influenza ted. nella valle rom. Il com. giurisdizionale di F., membro della Lega Caddea fondata nel 1367, comprendeva le vicinanze di F., Scharans, Almens (fino al 1845 con Pratval) e Sils im Domleschg (dal 1456), poste sotto la signoria del vescovo. Questi estese la propria sovranitā territoriale nella Domigliasca interna, a scapito dei von Werdenberg, solo nella seconda metā del XV sec. Gli ultimi diritti signorili del vescovo furono riscattati nel 1527. Il castello superiore o di Schauenstein fu ricostruito tra il 1667 e il 1676, quello inferiore o vescovile tra il 1709 e il 1711. Fino al 1851 il com. giurisdizionale di F. e Ortenstein formarono il Comun grande di Ortenstein. Nel 1354 č menz. la chiesa dei SS. Michele e Giorgio (pių tardi dei Re Magi). F. passō alla Riforma prima del 1530. Fürstenaubruck (o Zollbrugg), dove un ponte permetteva di superare il Reno, collegava attraverso il vecchio cammino dello Schin il passo del Settimo con quelli dello Spluga e del San Bernardino. Con la costruzione della strada carrozzabile via Thusis, sulla riva sinistra del Reno, il ponte perse di importanza e nel XIX sec. fu abbandonato. I lavori di correzione del Reno, iniziati in quello stesso periodo, permisero a F. di guadagnare nuovi terreni da destinare alla produzione di foraggi e all'allevamento del bestiame. Nel 2000 quasi tutti i posti di lavoro nel com. erano garantiti dal settore terziario. Tra il 1841 e il 1855 a F. operō un centro che fungeva sia da ist. di rieducazione sia da ospizio per i poveri, tra il 1878 e il 1895 un ospedale; nel 1990 č stata costruita la casa di cura e per anziani della regione.


Bibliografia
MAS GR, 3, 1940, 97-102
Gem. GR
– M. Rischgasser, Fürstenau, 2001

Autrice/Autore: Jürg Simonett / cne