01/12/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Siat

Com. GR, circ. Rueun, distr. Surselva (fino al 2000 distr. Glenner); (840 ca.: Septe; ted.: Seth, fino al 1943 denominazione ufficiale). Villaggio agglomerato situato in altura, sul versante settentrionale della valle del Reno anteriore, e comprendente l'Alp da S. nella parte superiore della Val da S. Pop: 203 ab. nel 1803, 239 nel 1850, 185 nel 1900, 219 nel 1950, 241 nel 1960, 189 nel 2000. Nei sec. centrali del ME S. fu posto sotto il dominio dei nobili von Friberg, che sopra il villaggio ebbero la loro fortezza originaria. Più tardi la signoria passò con la signoria di Jörgenberg ai baroni von Rhäzüns (1343), ai conti von Zollern (1458) e al monastero di Disentis (1472). S. appartenne poi fino al 1734 al com. giurisdizionale di Waltensburg, sorto dalla signoria di Jörgenberg. In seguito la vicinanza formò un com. giurisdizionale con Rueun, Schlans e Andiast. La chiesa (S. Florin o S. Lucio?), menz. attorno all'840 con la decima dovuta all'abbazia di Pfäfers, era filiale di quella di Ruschein; si separò definitivamente solo nel 1644. Durante la Riforma S. rimase catt. Nel XVI sec. è documentata un'economia agricola mista. Le tradizionali strutture agricole di montagna sopravvissero fino attorno al 1960. Nel 2005 il settore primario offriva ancora il 69% dei posti di lavoro nel com. Nell'agricoltura dominavano l'allevamento e l'ingrasso (corporazione alpigiana con Rueun). La ricomposizione parcellare fu attuata tra il 1992 e il 2010. Dal 2005 S. con Pigniu e Rueun forma un consorzio scolastico con sede a Rueun.


Bibliografia
MAS GR, 4, 1942
Gem. GR

Autrice/Autore: Adolf Collenberg / cne