Elsau

Com. ZH, distr. Winterthur. Il territorio com., attraversato dall'Eulach, comprende i villaggi di E. (1043: Elnesouva), Rümikon (829: Rumaninchovun), Räterschen e dal 1922 Unterschottikon e Oberschottikon. Pop: ca. 60 ab. nel 1467, 188 nel 1634, 479 nel 1771, 896 nel 1836, 909 nel 1850, 1047 nel 1900, 1348 nel 1950, 1972 nel 1960, 2900 nel 2000. Resti di un'abitazione romana sono stati rinvenuti presso Tollhausen. Un insediamento dell'alto ME a Schottikon e Rümikon č documentato da donazioni di beni all'abbazia di San Gallo (829) e da una tomba a cista del VII/VIII sec. nella chiesa di E. I signori di E., menz. tra il 1040 e il 1087, erano sudditi dei von Nellenburg. Alla fine dell'XI sec., un grande complesso di beni passō dai von Nellenburg ai von Toggenburg. L'alta e la bassa giustizia, con la signoria di Kyburg, nel 1424 (e definitivamente nel 1452) passarono a Zurigo, che amministrō E. fino al 1798 nell'Enneramt del baliaggio di Kyburg.

Nel basso ME i conti von Toggenburg fondarono la chiesa di S. Giorgio, dotata di una prebenda e menz. per la prima volta - insieme a un prete secolare, ossia una parrocchia - nel 1254. L'edificio non sorgeva, come ritenuto finora, sulle fondamenta di una villa romana e di una torre del basso ME, ma su una precedente chiesa del VII/VIII sec. Donat II von Toggenburg concesse al convento di Rüti nel 1396 il patronato, le decime e il baliaggio, e nel 1398 diversi beni, tra cui il mulino di Räterschen. Nel 1515 fu costruita una nuova chiesa e nel 1525 la collazione passō a Zurigo. L'insediamento ebbe uno sviluppo decentrato e relativamente lento. Nel XVI sec. č attestata l'organizzazione di comunitā di villaggio a Räterschen, E. e Schottikon. Nel 1798, all'interno dei confini parrocchiali nacque il com., che fu assegnato al distr. di Elgg e nel 1803 a quello di Winterthur. Si costituirono poi in Zivilgemeinden E., Räterschen, Rümikon, Schnasberg e Fulau (1832). Nel 1922 il com. di Schottikon si unė a E. Contemporaneamente Schottikon passō dal com. parrocchiale di Elgg a quello di E.

Nel com., che viveva principalmente della coltivazione di cereali, nel XVIII sec. l'industria tessile a domicilio si diffuse solo in misura limitata (il 13% ca. degli ab. nel 1787). Nel XIX sec. fu soprattutto Räterschen a svilupparsi lungo l'asse stradale Winterthur-San Gallo, partendo dalla vecchia zona del mulino: nacquero le filande meccanizzate (1817, 1824), venne ampliata la strada statale (1833-38), fu creato il collegamento ferroviario (1855), si canalizzō l'Eulach (1877-1914) e sorsero la fabbrica di fiammiferi (1888) e la scuola nuova (1900). Nel periodo fra le due guerre mondiali furono costruiti i primi quartieri sul pendio fra E. e Räterschen risp. Unterschottikon. Dopo la crescita dei decenni 1950-60 e 1970-80 (abitazioni spec. a E. e Räterschen, zona industriale presso Rümikon), E. si č trasformato in un agglomerato di Winterthur, con un'alta percentuale di pendolari in uscita (oltre i due terzi nel 2000) e un centro in formazione a Räterschen.


Bibliografia
– J. Winteler, Elsau, 1990
MAS ZH, 8, 1986, 334-363
Der Landbote, 6.10.2003; 26.11.2003

Autrice/Autore: Ueli Müller / did