12/09/2005 | segnalazione | PDF | stampare

Cumbel

Com. GR, circ. Lumnezia, distr. Surselva. Villaggio situato sulla strada all'ingresso della Lumnezia; (825 ca: Cumble; fino al 1983: Cumbels). Pop: 278 ab. nel 1850, 342 nel 1900, 275 nel 1910, 331 nel 1941, 298 nel 1950, 257 nel 1990, 288 nel 2000. Sono state rinvenute quattro tombe precristiane. Dal XIII sec. C. fu, come l'intera Lumnezia, un feudo della diocesi di Coira sottoposto ai signori di Belmont; la cosiddetta Porta delle Donne nei pressi di Porclas ricorda il presunto aiuto militare prestato nel 1352 dalle donne della Lumnezia contro i Werdenberg-Sargans. Prima del 1371 C. pass˛ ai von Lumbrein e nel 1390 ai de Sacco di Mesocco. Affrancatosi dalla diocesi nel 1538, C. costituý fino al 1851 una vicinanza con Peiden e Camuns. La cappella di S. Maurizio nei pressi di Valgronda Ŕ menz. attorno all'825. La chiesa di S. Stefano, eretta presumibilmente all'inizio del XVI sec., dipese fino al 1653 dalla parrocchia di S. Vincenzo a Pleif (Vella), poi, dal 1649 al 1923, fu gestita dai frati cappuccini e infine da ecclesiastici secolari. Dal 1970 C. opera in stretta collaborazione con Morissen (migliorie fondiarie globali tra il 1968 e il 1997, dal 1980 cooperazione per la scuola e varie ass.). Nel 2000 il settore terziario offriva pi¨ della metÓ dei posti di lavoro; le persone attive che lavoravano fuori com. erano pi¨ di un terzo. Nel 1977 a C. fu costruita la casa per anziani della Lumnezia.


Bibliografia
MAS GR, 4, 1942, 146-153
– F. Maissen, Historia dalla pleiv da Cumbel, 1983
Gem. GR

Autrice/Autore: Adolf Collenberg / lca