18/07/2013 | segnalazione | PDF | stampare

Versam

Ex com. GR, circ. Ilanz, distr. Surselva, dal 2013 parte con Safien, Tenna e Valendas del com. di Safiental; (1050: a valle Versamia; rom.: Versomi). Villaggio lungo la strada con insediamenti rurali sopra la gola del Reno anteriore e all'entrata della val Safien, comprende V.-Stazione, Arezen, Calörtsch e Sculms. Pop: 357 ab. nel 1803, 396 nel 1850, 316 nel 1900, 354 nel 1950, 255 nel 2000. Nei sec. centrali del ME fu una foresta reale con poche curtes abitate da coloni rom. Dalla seconda metà del XIV sec., Walser di lingua ted. si insediarono nelle aree periferiche e nel XV sec. il territorio venne completamente germanizzato. La fortezza di Valendas fungeva da centro della signoria fondiaria. Dall'inizio del XVII sec. V. si staccò progressivamente da Valendas. L'introduzione della Riforma risale al 1523, la costruzione della chiesa al 1634. Attorno al 1800 V. divenne com. autonomo; fino al 1851 formò una vicinanza del com. giurisdizionale della Foppa (Gruob). Nel 1901 fu costituito il com. allargato di V. con Arezen e Sculms (parte di Bonaduz fino al 1853). L'allevamento e la campicoltura rappresentavano le principali fonti di reddito. La strada carrozzabile Bonaduz-V.-Ilanz fu realizzata nel 1880-81, quella per la val Safien nel 1882-85. La stazione V.-Safien della Ferrovia retica risale al 1903.


Bibliografia
– S. Sutter-Juon, «Aus Versams Vergangenheit», in BM, 1929, 180-188
Gem. GR

Autrice/Autore: Jürg Simonett / mass