20/06/2013 | segnalazione | PDF | stampare

Sevgein

Com. GR, circ. Ilanz, distr. Surselva; (840 ca.: Souiene; ted.: Seewis im Oberland, fino al 1943 denominazione ufficiale). S. Ŕ posto su di un terrazzo del versante meridionale della valle del Reno anteriore, allo sbocco della valle Lumnezia; l'insediamento di Isla si trova nei pressi di Ilanz. Pop: 173 ab. nel 1850, 179 nel 1900, 210 nel 1950, 151 nel 1970, 207 nel 2000. Sotto la chiesa sono stati rinvenuti reperti della civiltÓ alpina del Bronzo (in precedenza chiamata civiltÓ di Crestaulta) e di epoca romana. I nomi delle colline sopra il villaggio, Purnal/Parnaul e Chischlatsch (quest'ultimo derivante da castellum), alludono ad antiche "fortezze popolari" (Volksburgen). Attorno all'840 S. era un possedimento reale carolingio. Nel XIV sec., accanto ai contadini liberi anche i baroni von Montalt disposero di vasti beni a S. La loro fortezza originaria di Casti era posta sull'antica strada da S. verso Pitasch. Tributi e toponimi (Quadras) documentano il ruolo predominante della campicoltura nel tardo ME, a fianco dell'allevamento. Durante la Riforma la maggioranza della pop. rimase catt., si separ˛ dalla comunitÓ convertitasi di Castrisch (1575) e costituý una parrocchia autonoma (1647). Costruzione di pregio artistico, la chiesa parrocchiale di S. Tommaso (1694), in stile barocco, Ŕ il quinto edificio di culto sorto sullo stesso sito dall'VIII sec. Nel tardo ME S. appartenne alla signoria di Laax, da cui si separ˛ nel 1518; in seguito form˛, fino al 1850, una giurisdizione con Laax. Dal 1851 al 2000 fece parte del distr. di Glenner. All'inizio del XXI sec. l'allevamento e l'artigianato costituivano ancora le principali fonti di guadagno nel com. a maggioranza rom. Nel 1976 S. fu premiato dal Consiglio d'Europa per l'eccellente piano regolatore e la tutela dei monumenti. Tra il 1997 e il 2010 fu promossa una ricomposizione parcellare integrale.


Bibliografia
Gem. GR
Cudischet da Sevgein, 2007

Autrice/Autore: Martin Bundi / cne