No 4

Räber, Hans

nascita 1624 Inwil (LU), morte 1686 Ebikon, catt., di Ebikon. Dal 1649 proprietario di una segheria a Ebikon, fu falegname, ebanista, intagliatore e pittore di animali. Fu attivo come ufficiale istruttore all'estero (Trüllmeister). Bandito come ribelle nel 1653, durante il suo esilio in Alsazia scrisse un memoriale alle autorità sulle sue motivazioni e sul suo ruolo nella guerra dei contadini, in cui contestò spec. l'obbligo di appartenenza a una corporazione cittadina per gli artigiani attivi in campagna. Graziato nel 1657, gli fu concesso unicamente di esercitare la professione di ebanista. Su sollecitazione dello scultore Hans Ulrich R., suo avversario, gli fu rifiutata l'adesione alla confraternita di S. Luca. Dopo dispute per oltraggio (1685), fu bollato d'infamia e privato del porto d'armi.


Bibliografia
– T. von Liebenau, «H. Räber von Ebikon», in Katholische Schweizer-Blätter, 13, 1897, 389-434

Autrice/Autore: Gregor Egloff / cne