No 5

Jung, Karl Gustav

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 7.9.1794 Mannheim, morte 12.6.1864 Basilea, catt., dal 1817 rif., dal 1824 di Basilea. Figlio di Franz Ignaz, medico, e di Maria Josepha Ziegler. ∞ 1) Virginie de Lassaulx; 2) Elisabeth Catharina Reyenthaler; 3) Sophie, figlia di Johann Rudolf Frey, borgomastro di Basilea. Studiò medicina, conseguendo il dottorato ad Heidelberg nel 1816. A Berlino, dove si perfezionò in chirurgia e oftalmologia, venne incarcerato senza motivo a seguito della repressione dei liberali ("persecuzione dei demagoghi"). Dopo un soggiorno di studio a Parigi (1821-22), su raccomandazione di Alexander von Humboldt fu chiamato a Basilea alle cattedre di chirurgia, anatomia e ostetricia (dal 1822), e di medicina interna (1855-64). Negli anni 1820-40 ridiede lustro alla facoltà di medicina basilese e promosse l'ampliamento dell'ospedale cittadino e la fondazione dell'ist. Zur Hoffnung per bambini malati di mente (1857, a Riehen dal 1905).


Bibliografia
– E. Jung, Aus den Tagebüchern meines Vaters K. G. Jung, 1794-1864, [1911]
– A. Burckhardt, Geschichte der Medizinischen Fakultät zu Basel 1460-1900, 1917
– H. M. Koelbing, «Die Berufung K. G. Jungs (1794-1864) nach Basel und ihre Vorgeschichte», in Gesnerus, 34, 1977, 318-330
– F. Rintelen, «Zur Persönlichkeit K. G. Jungs», in Gesnerus, 39, 1982, 237-242
– H. Kurz, Carl Gustav Jung, 1994

Autrice/Autore: Huldrych M.F. Koelbing / ddo