No 5

Jung, Karl Gustav

nascita 7.9.1794 Mannheim, morte 12.6.1864 Basilea, catt., dal 1817 rif., dal 1824 di Basilea. Figlio di Franz Ignaz, medico, e di Maria Josepha Ziegler. ∞ 1) Virginie de Lassaulx; 2) Elisabeth Catharina Reyenthaler; 3) Sophie, figlia di Johann Rudolf Frey, borgomastro di Basilea. Studiò medicina, conseguendo il dottorato ad Heidelberg nel 1816. A Berlino, dove si perfezionò in chirurgia e oftalmologia, venne incarcerato senza motivo a seguito della repressione dei liberali ("persecuzione dei demagoghi"). Dopo un soggiorno di studio a Parigi (1821-22), su raccomandazione di Alexander von Humboldt fu chiamato a Basilea alle cattedre di chirurgia, anatomia e ostetricia (dal 1822), e di medicina interna (1855-64). Negli anni 1820-40 ridiede lustro alla facoltà di medicina basilese e promosse l'ampliamento dell'ospedale cittadino e la fondazione dell'ist. Zur Hoffnung per bambini malati di mente (1857, a Riehen dal 1905).


Bibliografia
– E. Jung, Aus den Tagebüchern meines Vaters K. G. Jung, 1794-1864, [1911]
– A. Burckhardt, Geschichte der Medizinischen Fakultät zu Basel 1460-1900, 1917
– H. M. Koelbing, «Die Berufung K. G. Jungs (1794-1864) nach Basel und ihre Vorgeschichte», in Gesnerus, 34, 1977, 318-330
– F. Rintelen, «Zur Persönlichkeit K. G. Jungs», in Gesnerus, 39, 1982, 237-242
– H. Kurz, Carl Gustav Jung, 1994

Autrice/Autore: Huldrych M.F. Koelbing / ddo