19/11/2007 | segnalazione | PDF | stampare

Ladir

Com. GR, circ. Ilanz, distr. Surselva (fino al 2000 distr. Glenner); (verso il 850: Leitura). Villaggio d'altura sul versante settentrionale della Gruob/Foppa, che comprende l'exclave Alp Dadens da L. sul Crap Masegn. Pop: 98 ab. nel 1850, 94 nel 1900, 139 nel 1950, 107 nel 2000. Vi si trova un selciato di ciottoli preistorico con il leggendario Crap da tiranns. Nel ME una parte dei contadini di L. apparteneva alla comunitÓ di uomini liberi di Laax, dove nel XV sec. annover˛ diversi Ammńnner. L. form˛ una vicinia con Schnaus e Ruschein. Gli alpeggi furono divisi nel 1502, i com. autonomi di L., Ruschein e Schnaus nacquero nel 1851. Menz. verso l'840 quale proprietÓ del convento di Pfńfers, la chiesa di S. Zeno fu filiale di Ruschein fino al 1684. Alcune fam. aderirono alla Riforma attorno al 1556 e furono costrette ad abbandonare il villaggio. Il bosco sopra L. e l'insediamento stesso furono devastati da incendi (nel 1848, risp. nel 1891). Posto nella regione turistica gravitante attorno a Laax-Falera, negli anni 1970-80 il tradizionale villaggio rurale conobbe un notevole sviluppo: in seguito all'adozione di un piano regolatore (1976) furono realizzate residenze secondarie, mentre negli anni 1974-97 fu attuata una bonifica integrale con raggruppamento dei terreni. Dalla metÓ del XIX sec. al 1980 L. ospit˛ una scuola elementare. Il com. di lingua rom. Ŕ ancora caratterizzato dalle aziende agricole; tre quinti della pop. attiva sono impiegati nel secondario e nel terziario e lavorano principalmente a Ilanz e a Domat/Ems.


Bibliografia
MAS GR, 4, 1942, 78-84
Gasetta Romontscha, 12, 1991
La Quotidiana, 20.4.2001

Autrice/Autore: Adolf Collenberg / ato