Dinhard

Com. ZH, distr. Winterthur; (1275: Thynart). Situato nel sud del Weinland zurighese, comprende Kirch-D., Ausser-D., Welsikon, Eschlikon e Vorder Grüt. Fino al 1934 comprese anche Sulz, poi passato a Rickenbach (ZH). Pop: ca. 150 ab. nel 1467, 438 nel 1634, 619 nel 1771, 738 nel 1850, 639 nel 1900, 758 nel 1910, 586 nel 1950, 651 nel 1970, 1301 nel 2000. Il com. si è sviluppato a partire da vari gruppi di curtes a statuto giur. diverso. I baroni von Eschlikon, menz. dal 1230 all'inizio del XIV sec., sono attestati attorno al 1250 in qualità di garanti e testimoni dei von Kyburg. Un grande complesso fondiario di proprietà delle abbazie di Reichenau e Costanza passò nel 1427 al capitolo di Embrach. Nel 1424 e, definitivamente, nel 1452 l'alta e la bassa giustizia passarono alla città di Zurigo assieme alla signoria di Kyburg. Sotto l'ancien régime, D. faceva parte dell'Enneramt del baliaggio di Kyburg. La chiesa, che reperti archeologici fanno risalire all'800 ca., era dedicata a S. Petronilla ed è menz. per la prima volta nel 1275 quale sede di un decanato che si estendeva dalla Thur fino a Embrach. Nell'alto ME il diritto di collazione apparteneva ai baroni von Klingen, che nel XIV sec. lo cedettero a cittadini di Winterthur; nel 1427 passò al capitolo di Embrach e nel 1524 a Zurigo. Tra il 1511 e il 1515 venne eretta una nuova chiesa con dipinti in stile tardogotico. Mentre la cappella filiale di Altikon si separò da D. nel 1641, Sulz dipese da D. dal 1608 al 1934, quando venne attribuita a Rickenbach. A partire dal XVI sec., i diversi gruppi di curtes si organizzarono in comunità di villaggio. Sull'ex territorio parrocchiale sorse nel 1798 il com. politico, che fece parte del distr. di Adelfingen fino al 1803, quando passò a quello di Winterthur. D., Eschlikon, Welsikon e Vorder Grüt, che fino al 1928 rimasero delle Zivilgemeinden indipendenti, mantennero una certa autonomia. L'agricoltura (inizialmente campicoltura e viticoltura) fu la principale risorsa del com. fino al XX sec. Fino al 1918 fu attiva una fabbrica di laterizi menz. già nel 1464. Nel 1875 arrivò l'allacciamento ferroviario a Welsikon. La separazione di Sulz, nel 1934, causò un forte calo demografico. A partire dal 1970 ca. il com. ha perso il proprio aspetto rurale e si è trasformato, a seguito dello sviluppo edilizio di Ausser-D. e Welsikon, in un centro residenziale periferico di Winterthur (74% di pendolari in uscita nel 2000).


Bibliografia
Zur Innenrenovation der reformierten Kirche Dinhard 1972/73, 1973
MAS ZH, 8, 1986, 166-199

Autrice/Autore: Ueli Müller / ato