Zuzwil (SG)

Com. SG, regione Wil; (761: Zozinvilare). Situato lungo la strada Gossau-Wil, a nord della Thur, comprende i villaggi parrocchiali di Z. e Züberwangen, il villaggio di Weieren e le frazioni di Langensteig, Hüseren, Lindenhof, Grüenegg e Mettlen. Pop: 1059 ab. nel 1837, 1127 nel 1850, 1075 nel 1900, 1110 nel 1950, 1485 nel 1970, 3798 nel 2000. Tra il 754 e il 981 gli insediamenti alemanni di Züberwangen, Z. e Weieren sono menz. in 13 atti di donazione dell'abbazia di San Gallo. Ancora prima dell'anno Mille fu costituita la giurisdizione abbaziale di Z. (attestata nel 947). La fortezza medievale di Leuberg, a nord est di Z., fu distrutta con il villaggio durante le guerre di Appenzello (1403) e nella Vecchia guerra di Zurigo (1445). Concessa in pegno dall'abate di San Gallo ai signori von Griesenberg (prima del 1301), la bassa giustizia su Z. passò poi ai signori von Hewen, von Löwenberg, von Breitenlandenberg e infine ad Andreas Kornfail (statuti del 1488), che la vendette nel 1495 all'abbazia di San Gallo (statuti abbaziali del 1495). Quest'ultima attribuì la giurisdizione di Z. al baliaggio di Wil nell'Alte Landschaft. Tra il 1529 e il 1531 la maggior parte degli ab. di Z., che dipendeva da Wil sul piano ecclesiastico, si convertì provvisoriamente alla Riforma. Nel 1677 venne istituita la parrocchia di S. Giuseppe a Z. e nel 1774 quella di S. Maria Maddalena a Züberwangen-Weieren. Il palazzo noto come Rotes Haus, costruito nel primo quarto del XVII sec. (ala nord) e ampliato nel 1732 (ala sud), servì da magazzino per le decime agli amministratori abbaziali. Tra il 1793 e il 1798 Z. prese parte al movimento rivoluzionario del Fürstenland contro il regime del principe abate. Nel 1803 divenne un com. politico del cant. San Gallo; i com. patriziali (Ortsgemeinden) si fusero nel 1837. Dal XIX sec. la campicoltura fu progressivamente scalzata dall'allevamento, dall'economia lattiera e, fino a metà del XX sec., dalla frutticoltura. La viticoltura, praticata dall'alto ME, fu abbandonata dopo il 1900. Nella seconda metà del XIX sec. il villaggio si sviluppò grazie al ricamo a domicilio, che conobbe una stagnazione dopo il 1900. Dal 1960, e spec. negli anni 1980-90, il com. conobbe un periodo di crescita economica.


Bibliografia
– E. Spiess, Die Welt im Dorf, 1979
– J. Thoma, Zuzwil's Vergangenheit, 1995

Autrice/Autore: Cornel Dora / frm