Kirchberg (SG)

Com. SG, regione Toggenburg, situato all'estremità nordoccidentale del Toggenburgo e confinante a ovest con il cant. Turgovia e a est con la Thur; ( 1222: Kilchberc). Il com. comprende i villaggi di K., su un pianoro in posizione centrale, e di Gähwil, più a sud, il villaggio strada di Bazenheid, su un terrazzo che domina la Thur, e le frazioni di Müselbach, Dietschwil, Ötwil, Nuetenwil, Rupperswil, Bräägg, Schalkhusen, Wolfikon, Lütenriet, Buomberg, Bäbikon e Husen. Pop: 2550 ab. nel 1827, 4194 nel 1850, 5025 nel 1900, 5619 nel 1950, 7904 nel 2000. A Bazenheid è stata rinvenuta un'importante fortificazione, probabilmente risalente all'età del Ferro. L'odierno territorio com., parzialmente colonizzato dall'VIII sec., era abitato sia da servi dell'abbazia di San Gallo e dei conti von Toggenburg sia da uomini liberi, in luoghi fortificati; è stata accertata la presenza di 17 fortezze, sede di fam. di ministeriali, in particolare a Bazenheid e Ötwil. L'abbazia e i conti, che risiedevano nella fortezza di Alt-Toggenburg, entrarono in competizione quando inviarono i propri servi a colonizzare il territorio. Nel 1468 la zona fu acquistata dal principato abbaziale di San Gallo, che assegnò i singoli tribunali alle giurisdizioni di Schwarzenbach e Bazenheid ma gli uomini liberi alla giurisdizione indipendente (Freigericht) di Thurlinden. Nel 1803 furono creati il com. politico e il com. patriziale di K., che dal 1831 al 2002 fecero parte del distr. dell'Alttoggenburg.

La chiesa di K., menz. la prima volta nel 1215, dapprima fu filiale di Rickenbach, poi divenne sede parrocchiale; nel 1359, quando la parrocchia fu incorporata nell'abbazia di San Gallo, Rickenbach risultava filiale di K. La Riforma fu introdotta nel 1527, ma nel 1531 la maggioranza della pop. tornò al cattolicesimo. Gähwil e Bazenheid divennero parrocchie catt. indipendenti risp. nel 1764 e nel 1900; dal 1541 al 1954 - fino alla costruzione della chiesa rif. - la chiesa fu utilizzata da entrambe le confessioni. Dal 1559 al 1856 gli ab. rif. di K. formarono una comunità con quelli di Lütisburg. Dopo l'incendio del 1784, che distrusse la chiesa e 40 edifici di K., Johann Ferdinand Beer costruì in stile barocco la parrocchiale (santuario) dei SS. Pietro e Paolo. Un altro incendio colpì il villaggio nel 1863.

Dopo il 1800 la fabbricazione di cotone conobbe una fase di crescita. Dal 1897 al 1914 a K. fu attiva una scuola per ricamatori, ma nel decennio 1930-40 la produzione di ricami a domicilio cessò. Dopo il 1960 K. beneficiò dello sviluppo industriale e artigianale della regione di Wil. Nel 2000 metà della pop. attiva lavorava nel secondario e un terzo nel terziario. Ciononostante il com. ha conservato il suo carattere rurale. Due aree umide (Lampertswilerweiher, Turpenriet) sono zone protette.


Bibliografia
– J. H. Dietrich, Geschichte der Gemeinde Kirchberg, 1952
– H. Büchler, Das Toggenburg in alten Ansichten vom 17. bis 19. Jahrhundert, 1975
– T. Schönenberger, 150 Jahre Dorfkorporation Kirchberg, 1982

Autrice/Autore: Hans Büchler / vfe