Società svizzera per la sorveglianza economica (SSS)

La Soc. sviz. per la sorveglianza economica (SSS) era un'org. di diritto privato costituita nell'ottobre del 1915 per evitare che le merci provenienti dai Paesi dell'Intesa fossero consegnate, per il tramite di ditte sviz., agli Imperi centrali. Si fondava su un trattato intern. siglato tra i governi di Svizzera, Francia, Gran Bretagna, Italia e, dal dicembre del 1917, Stati Uniti. Diversamente dall'Ufficio fiduciario svizzero di controllo per il traffico delle merci, fin dall'inizio la SSS ebbe una struttura chiara e ben sviluppata e fu iscritta nel registro di commercio. Alla metà del 1918 impiegava 420 persone nella centrale di Berna e altre 77 negli uffici di Parigi, Londra e Roma, in cinque porti marittimi e in sette valichi di confine. Per soddisfare i severi controlli, gli importatori si riunirono in 51 consorzi. La sorveglianza durò fino al giugno del 1919. Nel febbraio del 1920 la SSS venne cancellata dal registro di commercio.


Fonti
Société suisse de surveillance économique: 1915-1919: Tableau de son activité, 1920
Rapport intérieur de la Société suisse de surveillance économique: 1915-1921, 1921
Bibliografia
– H. Ochsenbein, Die verlorene Wirtschaftsfreiheit,1914-1918, 1971

Autrice/Autore: Bernard Degen / sor