22/02/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Nesslau

Ex com. SG, regione Toggenburg, dal 2005 forma con Krummenau il com. di N.-Krummenau; (1178: Mezellouo; 1261: Nesselove, ze dem Wassere; 912: Lutherraheimara [Lutenwil]). Il villaggio di N. e le fattorie e frazioni di Lutenwil, Krümmenschwil, Büel, Schneit, Laad e Schlatt (fino all'aggregazione un'exclave nel com. di Krummenau) si trovano su entrambe le sponde della Thur, tra lo Speer e lo Stockberg. Pop: 2700 ab. nel 1827, 2374 nel 1850, 2137 nel 1900, 2073 nel 1950, 2001 nel 2000. N. sorse probabilmente dall'unione delle curtes di N. e Zum Wasser. Insieme a Lutenwil e Riet, il villaggio di N. formava la giurisdizione Zum Wasser; il territorio com. a sinistra della Thur sottostava al tribunale di Thurtal. Nel 1261 il cavaliere Heinrich von Kempten vendette estesi beni fondiari e i diritti di giustizia su N. al convento di Alt Sankt Johann. Nel 1555 il convento venne incorporato nel principato abbaziale di San Gallo, già titolare del tribunale di Thurtal; gli ab. della giurisdizione Zum Wasser ottennero così gli stessi diritti degli altri servi ecclesiastici. Nel 1803 venne costituito il com. di N., che dal 1831 al 2002 fece parte del distr. di Obertoggenburg. Nel 1178 è menz. una cappella, nel 1261 la chiesa e nel 1513 l'incorporazione di quest'ultima nel convento di Alt Sankt Johann. N. aderì alla Riforma nel 1528; nel 1595 venne comunque reintrodotto il culto catt. Dopo resistenze iniziali, l'uso della chiesa da parte di entrambe le confessioni si consolidò nel 1602 e durò fino al 1806, quando i catt. di N. e Krummenau entrarono a far parte della neocostituita parrocchia di Neu Sankt Johann. Dal 1831 al 2002 N. fu sede del distr. di Obertoggenburg. Nel 1859 venne inaugurata la scuola secondaria di N.-Krummenau. Dal 1912 il villaggio è capolinea della linea ferroviaria lago di Costanza-Toggenburgo; da N. partono le linee di autopostali verso la Schwägalp e verso Wildhaus e Buchs (SG). Sul piano economico prevalgono l'agricoltura, l'economia alpestre, la selvicoltura e le piccole imprese artigianali. Sentieri escursionistici lungo le rive della Thur conducono fino alle cascate del Giessenbach e nelle zone protette nelle aree di Wolzenalp e Bläss-Chopf. Lungo il confine del territorio com. verso Stein (SG), un ponte coperto in legno oltrepassa la Wiss Thur. N. dispone di una piscina coperta, di impianti sciistici e, dal 1997, di un museo locale.


Bibliografia
– J. Wagner, Die Gemeinde Nesslau gestern und heute, 1991
– G. Bösch, Nesslau, Neu St. Johann, 1996

Autrice/Autore: Hans Büchler / mku