15/10/2012 | segnalazione | PDF | stampare

Thal (SG)

Com. SG, regione Rorschach; (1163: curtis tale). Insediamento compatto sulla pianura tra il Vorderland appenzellese, il Buchberg e il lago di Costanza, dal 1803 il com. comprende i villaggi di T., Altenrhein, Buechen, Buriet, Staad e diverse frazioni. Pop: 2748 ab. nel 1850, 3546 nel 1900, 4025 nel 1950, 4919 nel 1970, 5996 nel 2000.

Nel 1163 il vescovo di Costanza vendette la chiesa parrocchiale e la curtis di T., comprendente T., Buechen, Heiden, Lutzenberg, Rheineck, Staad e Wolfhalden, a Rudolf von Pfullendorf, che la lasciò poi in eredità all'imperatore Federico I. La curtis imperiale di T. nel 1209 fu trasformata nel baliaggio imperiale di Rheineck. La costruzione della prima chiesa risale probabilmente al 700 ca. Nel 1341 la bassa giustizia, i diritti di patronato e la curtis (Kelnhof) di T. furono concessi in pegno ai signori von Sulzberg. La regione del Kurzenberg si separò dalla curtis di T. nel 1429; la spartizione dei loro beni comuni data del 1598. Dal 1490 al 1798 T. fece parte del baliaggio del Rheintal. La città di Rheineck si distaccò nel 1498 e i beni comuni a Buriet furono divisi tra i membri della comunità nel 1770. T. fece parte del baliaggio (1490-1798) e del distr. elvetico del Rheintal (1798-1803), poi dei distr. sangallesi del Rheintal (1803-31) e dell'Unterrheintal (1831-2002). La parrocchia di T. (chiesa di Nostra Signora) comprendeva T., Buechen, Staad, Rheineck, i com. appenzellesi di Heiden, Lutzenberg e Wolfhalden e, fino al 1791, Gaissau in Austria. T. fu rif. (1529-32), poi paritetico. Dopo la ripartizione dei beni ecclesiastici (1712), fu istituito il com. parrocchiale di T.-Lutzenberg (1716) con chiesa rif. a Buechen-Staad (1790). Dal XVI sec. nobili e cittadini della città di San Gallo fecero costruire a T. castelli e residenze di campagna. Il Reno e i ruscelli provenienti dal Vorderland appenzellese arrecavano regolarmente danni al com. (arginatura dei torrenti nel 1889-97). Nel 1806 un incendio distrusse 49 edifici. La viticoltura sul Buchberg è attestata già nel X sec. (96 ettari di superficie viticola nel 1886, 20 ettari nel 1992); nel 1916 fu fondata la cooperativa vinicola di T. L'estrazione di arenaria è praticata dal tardo ME. Fino alla seconda guerra mondiale l'economia si basò soprattutto sull'agricoltura, prima del 1850 spec. sulla campicoltura (12 mulini). Presto si insediarono anche stabilimenti industriali: un impianto per la torcitura (1813) poi affiancato da una tintoria (1891), una fabbrica di garza di seta (1836, produzione industriale e a domicilio) e una fabbrica di cartone (1862). L'ex ospedale straniero (1885; trasformato in ospedale com. nel 1916, poi in casa di cura regionale nel 1979) e il liceo Marienburg (1930) dei missionari di Steyl offrivano servizi a livello regionale. La topografia e la struttura dell'abitato di T. rendono necessarie infrastrutture onerose. Con la realizzazione del raccordo autostradale (1973), diverse imprese industriali e artigianali si sono stabilite nel com., spec. a Buriet (complessivamente 3142 posti di lavoro nel 2005); a Buechen si concentrano invece quartieri residenziali, strutture scolastiche e per il tempo libero.


Bibliografia
– P. Bütler, «Geschichte des St. Gallischen Rheintals bis zum Jahre 1500», in Mitteilungen zur vaterländischen Geschichte, 36, 1920, 207-284
– R. Dornbierer, Geschichtliches über den Hof Thal, 1975
Unser Rheintal, 1992, 210-249

Autrice/Autore: Peter Müller / lta