Steinach

Com. SG, regione Rorschach; (782: Steinaha). Situato lungo il corso inferiore del fiume S. e sulle rive del lago di Costanza, comprende i villaggi di Untersteinach e Obersteinach e le frazioni di Karrersholz, Engensberg e Haslen. Pop: 464 ab. nel 1800, 757 nel 1850, 1276 nel 1900, 1817 nel 1920, 1752 nel 1950, 2899 nel 2000.

L'abbazia di San Gallo disponeva già nel IX sec. di notevoli proprietà a Untersteinach, compreso un porto per i pellegrini e il trasbordo delle merci. A Obersteinach nei sec. centrali e finali del ME i signori von S. possedevano beni e diritti e la Steinerburg, loro residenza. Nel 1358 Johann von S. acquisì pure il baliaggio di Untersteinach. Nel 1459 Kaspar Ruchenacker, cittadino sangallese, cedette il baliaggio di S. alla città di San Gallo. Quest'ultima volle fare di S. la sua principale piazza di trasbordo sul lago di Costanza, per cui fece costruire un granaio (Gredhaus, 1473) e una locanda. Dopo la guerra di San Gallo (1490), dovette però cedere la località al principato abbaziale. Fino al 1798 S. costituì una giurisdizione del baliaggio di Rorschach. Nel 1509 ottenne dei nuovi statuti che sostituirono quelli negoziati con la città di San Gallo nel 1459 risp. 1462, e nel 1560 degli ordinamenti per l'ottenimento della cittadinanza. Parte del distr. di Rorschach nel cant. Säntis (1798-1803), nel 1803 fu integrato nel distr. di Rorschach (esistito fino al 2002) del neocostituito cant. San Gallo. Prima di diventare autonomo nel 1833, dal 1803 al 1832 formò con Tübach e Berg (SG) il com. di S.

A Untersteinach sono menz. una cappella (845) e una chiesa (dal X sec.). Tübach dipese dalla parrocchia di S. fino al 1742. L'attuale chiesa dei SS. Giacomo e Andrea risale a una costruzione di Jakob Grubenmann del 1742-43. Obersteinach, che ottenne una cappella nel 1674, fece capo ad Arbon fino al XIX sec.

L'economia di S. era basata sull'agricoltura e la pesca, dal XVII sec. affiancate dalla produzione di tele di lino. Il porto perse d'importanza nel XIX sec. Nella disputa per l'allacciamento alla linea ferroviaria Romanshorn-Rorschach (1869), la località limitrofa di Horn ebbe la meglio su S.. Attorno al 1900 fiorì l'industria del ricamo. La crisi economica degli anni 1920-40 provocò una diminuzione della pop. La cassa Raiffeisen fu inaugurata nel 1923, l'impianto di depurazione regionale di Morgental nel 1973. Dagli anni 1970-80 si svilupparono l'artigianato e l'industria, tra cui lo stabilimento di montaggio della Saurer, che nel 1992 offriva ben 980 posti di lavoro. Il porto turistico, sorto nel 1978, fu ampliato all'inizio del XXI sec.


Bibliografia
– W. Müller, Die Herren von Steinach, 1958, 1-29
Steinach SG, Orientierungsschrift, 1975
– A. Schäfer, 50 Jahre Kirche Steinach, [2008]

Autrice/Autore: Peter Müller / mib