18/11/2010 | segnalazione | PDF | stampare

Rorschacherberg

Com. SG, regione Rorschach. Com. dell'agglomerato di Rorschach, con il quale confina a monte; privo di un vero e proprio centro, il suo territorio si estende fino al lago di Costanza presso Unterstaad, a est di Rorschach. Diverse frazioni di R., ad esempio Koblen, Eschlen e Hüttenmoos, sono menz. già nel XIII e nel XIV sec. La denominazione geografica Ro(r)schacherberg è documentata dall'inizio del XV sec. Pop: 21 fuochi nel 1468, 1108 ab. nel 1831, 1075 nel 1850, 1785 nel 1900, 2705 nel 1950, 6483 nel 2000.

I reperti tombali (frammenti di ceramica e resti ossei) rinvenuti nell'area della fortezza, tra Hof e Grueben, risalgono in parte all'età del Bronzo (ca. 1800-700 a.C.) e in parte al periodo di La Tène (V sec. a.C.). Nel ME e in epoca moderna, il territorio di R. appartenne al principato abbaziale di San Gallo; dalla seconda metà del XV sec. costituì un capitanato dipendente dalla giurisdizione di Rorschach, dal quale nacque nel 1724 la corporazione com. di Vierhöfe (in den vier höfen, 1698), tuttora esistente, che in passato comprendeva le frazioni di Ennethof (oggi Hof), Hohriet, Kolprüti e Fronberg e possedeva un proprio ordinamento com. A R. sorgono i castelli di S. Anna, Wartensee, Wartegg e Wiggen. Risalente al XII sec., il castello di S. Anna (oggi appartenente a privati) fu inizialmente sede dei signori von Rorschach (menz. nel 1176), importante fam. di ministeriali del principato abbaziale di San Gallo; nel 1449 fu acquistato da quest'ultimo, che fino al 1660/70 vi insediò il proprio balivo. Sul piano ecclesiastico, R. ha sempre fatto capo a Rorschach (30 rif. nel 1850, 2230 nel 1990, 1818 nel 2008). Nel 1803 divenne un com. indipendente nel neocostituito cant. San Gallo, integrato nel distr. di Rorschach, esistente fino al 2002. I tentativi di aggregazione con il com. di Rorschach - promossi dapprima dagli ab. di R., poi da quelli di Rorschach - fallirono tanto nel XIX quanto nel XX sec. (1919, 1953 e 1978). Nel passato com. a carattere rurale, dal 1900 ca. conobbe uno sviluppo economico grazie all'insediamento di imprese artigianali e industriali, tra cui la Starrfräsmaschinen AG (fabbricazione di macchine per l'infilatura nel 1897, rilevata dal gruppo Starrag-Heckert nel 2009), la Kopp AG Textilveredlung (1888, dal 1992 parte della ditta Engelbert E. Stieger AG) e la fabbrica di pianoforti Sabel AG (1842-1919 Bieger). Nel 1990 il settore secondario offriva il 58% dei posti di lavoro nel com., una percentuale elevata che è poi diminuita avvicinandosi alla media sviz. (25,7% nel 2005). A seguito della vicinanza alla città di Rorschach, che dispone di poca superficie, R. ha conosciuto dal 1950 una forte attività edilizia e il raddoppiamento del numero degli ab. Apprezzato com. residenziale, R. si è assunto diversi compiti intercom.; dal 1912 ospita il cimitero centrale in comune con Rorschach (ad opera di Adolf Gaudy) e dal 1981 la casa di cura regionale.


Bibliografia
Rorschacher Neujahrsblatt, 1911-
– P. Hug, Rorschacherberg, 1984 (19912)

Autrice/Autore: Lorenz Hollenstein / ggm