Oberegg

Com. (letteralmente distr., Bezirk) AI; situato nella parte esterna del cant., verso il Rheintal, il com. (chiamato anche Äusseres Land) comprende il villaggio di O., le frazioni di Büriswilen, Kapf, Eschenmoos e Sankt Anton e numerose fattorie isolate. Il nome O., che dopo la costruzione della prima chiesa designa l'insieme del territorio, compare quale denominazione di una frazione in un documento del 1470 sulle vie di transito della regione. Pop: 2141 ab. nel 1850, 2652 nel 1900, 2862 nel 1910, 2197 nel 1950, 1796 nel 2000.

Numerosi toponimi di aree dissodate e curtes della regione, che fu colonizzata tardivamente, sono riconducibli a nomi di animali selvaggi. La signoria fondiaria era quasi ovunque detenuta dall'abate di San Gallo; alcune parti dell'odierno territorio appartenevano però ai signori von Rosenberg-Berneck e alla giurisdizione (Meieramt) di Altstätten. La fortezza di Hochaltstätten risale al XIII sec. All'inizio del XV sec. gli ab. di O. furono sottoposti al diritto consuetudinario del Paese di Appenzello, facendo parte da quel momento della vasta Rhode di Trogen. Attorno al 1535 la frammentazione territoriale era così ampia che la zona confinante con il Rheintal fu suddivisa nelle tre semi-Rhoden di Kurzenberg, Hirschberg e O. (ognuna con un proprio capitano). Dopo la divisione del cant. Appenzello (1597), esse passarono alle Rhoden interne, di confessione catt., formando le due semi-Rhoden di Hirschberg-O. Gli ab. catt. facevano capo alle parrocchie di Altstätten, Berneck e Marbach. Nel 1655 la costruzione della chiesa nell'area della curtis di Oberrickenbach favorì lo sviluppo del villaggio. Nello stesso anno i catt. si separarono, per decreto episcopale, dalle parrocchie madri del Rheintal, costituendo in seguito un com. parrocchiale autonomo. Nel 1817 l'antica chiesa venne distrutta da un incendio. Quella attuale fu eretta in stile neoromanico nel 1870-71 (la parte inferiore del campanile risale al XVII sec.). Nel 1870 un decreto fed. fissò definitivamente il confine tra il com. di Reute (AR) e il distr. di O. Dall'entrata in vigore della Costituzione cant. del 1872, O. costituisce uno dei sei distr. di Appenzello Interno, circondato da territori appartenenti ad Appenzello Esterno e a San Gallo e diviso da Reute in due zone completamente distinte. O. dispone di un proprio tribunale com. Alcuni membri del Gran Consiglio di Appenzello Interno eletti (dal 1968 in votazione segreta) da O. fanno parte dell'esecutivo com. (Bezirksrat), presieduto dal "capitano" o sindaco.

Dal XVI sec. la tessitura a domicilio (dapprima del lino, dal XVIII sec. del cotone e delle tele da buratti) si affiancò all'agricoltura tradizionale (allevamento, campicoltura e frutticoltura). Dopo il 1850 si passò al ricamo meccanico, eseguito in appositi locali. Dal 1852 al 1974 O. dispose di una propria fabbrica di birra; dal 1950 si insediarono diverse imprese industriali. Grazie alla costruzione di uno skilift (1965), il villaggio acquisì importanza anche quale area sciistica. Nel 2005 il settore primario forniva il 22% dei posti di lavoro, il secondario il 59% e il terziario il 28%. Nel 2000 ca. tre quinti della pop. attiva erano pendolari in uscita verso San Gallo, Appenzello Esterno e il Rheintal. La strada attraverso il Ruppen, che collega Altstätten a San Gallo, assunse già nel ME un ruolo determinante nella fitta rete di vie di comunicazione dell'epoca; ancora oggi costituisce il collegamento più importante per O., che non è allacciato alla rete ferroviaria.


Bibliografia
MAS AI, 1984
– I. Bischofberger, Grenzstreitigkeiten zwischen Appenzell Ausser- und Innerrhoden, 1990
AppGesch., 3

Autrice/Autore: Ivo Bischofberger / did