10/07/2006 | segnalazione | PDF | stampare

Fällanden

Com. ZH, distr. Uster; (820: Fenichlanda). Com. dell'agglomerato di Zurigo situato sul versante nordorientale della catena del Pfannenstiel comprendente il villaggio di F., e gli antichi insediamenti rurali di Benglen, Pfaffhausen e Neuhausen. Pop: 284 ab. nel 1634, 632 nel 1799, 848 nel 1850, 696 nel 1900, 866 nel 1950, 4260 nel 1970, 6489 nel 1990, 6423 nel 2000. Il territorio situato tra il Greifensee e il villaggio odierno era colonizzato in epoca preistorica. Ritrovamenti archeologici attestano l'esistenza di insediamenti mesolitici, neolitici e dell'età del Bronzo.

Nel ME il Fraumünster e il Grossmünster furono importanti signori fondiari. Quest'ultimo detenne anche la maggior parte delle decime. Nel XIII sec. i Mülner ebbero come feudo la carica di maior, un feudo del Fraumünster. I diritti di baliaggio, detenuti dai conti von Rapperswil fino al 1300, passarono (con la signoria di Greifensee) a Zurigo nel 1402. F. appartenne fino al 1798 al baliaggio di Greifensee, poi al distr. di Uster durante l'Elvetica e la Mediazione (1803-14), in seguito al distr. (Oberamt) di Greifensee e dal 1830 di nuovo al distr. di Uster. La cappella, menz. nel 1271 (dedicata nel 1317 a S. Giovanni Battista), venne ampliata e consacrata chiesa parrocchiale nel 1428. Il diritto di collazione della chiesa, nuovamente ampliata e consacrata nel 1492, passò alla fine del XV sec. dal Grossmünster al com., che tuttavia per ragioni finanziarie nel 1552 lo cedette alla città.

Di fronte alla crescita della pop., il com. limitò l'accesso alla cittadinanza con i decreti del 1587, 1627 e 1630 e di conseguenza l'accesso ai diritti d'uso collettivi. Con la metà degli ab. impiegati nella filatura e tessitura del cotone, F. fece registrare nel 1787 la più alta percentuale di lavoratori a domicilio del cant. Nel 1784 si procedette alla spartizione dei terreni pubblici palustri, e nel 1800 del bosco com. Lo sfruttamento eccessivo del bosco impose una temporanea sospensione di questa privatizzazione nel 1806. L'industrializzazione di F., discosto dalle vie di comunicazione (nessun collegamento ferroviario), fu poco pronunciata. Soltanto nel 1907, grazie al sostegno del com., si insediò un setificio. Durante la seconda guerra mondiale fu condotta una grande opera di miglioria nella pianura della Glatt. Fra il 1950 e il 1980, con l'edificazione di grandi superfici a Pfaffhausen e Benglen, F. è divenuto un com. di pendolari.


Bibliografia
MAS ZH, 3, 1978, 605-618
– R. Sablonier, Fällanden, 1986
– M. Leonhard, Fällander Dorfleben, 1991

Autrice/Autore: Martin Leonhard / sma