Schönengrund

Com. AR, ex distr. Hinterland; (1268: Zem Schönengrund). Villaggio lungo la strada circondato da numerosi insediamenti sparsi, situato al confine con il cant. San Gallo presso l'importante asse stradale Herisau-Toggenburgo. All'inizio del XXI sec. era il com. di Appenzello Esterno con il minor numero di ab. Pop: 400 ab. nel 1734, 609 nel 1850, 792 nel 1870, 661 nel 1900, 502 nel 1950, 384 nel 1970, 459 nel 2000. Fino al 1720 il territorio di S. formò, con il nome di hinder dem Ham, una semi-Rhode (circoscrizione amministrativa) della parrocchia (Kirchhöri) di Urnäsch, con cui nel 1525 gli ab. di S. aderirono alla Riforma. Nel 1720 venne costruita una nuova chiesa nei pressi della tenuta di S.; nel 1720-22 S. si separò da Urnäsch formando un com. parrocchiale autonomo. Il nuovo edificio di culto divenne il centro di un villaggio che crebbe rapidamente grazie alla fiorente industria tessile, raggiungendo già attorno al 1800 quasi la dimensione e la forma attuali. In seguito si sviluppò soprattutto il vicino villaggio di Wald, frazione del com. sangallese di Sankt Peterzell (dal 2009 com. Neckertal); i due villaggi conobbero una crescita comune e dall'ultimo terzo del XIX sec. formano un'unità economica e sociale. Il toponimo usuale è S.-Wald o Wald-S., che figura anche nel nome della maggior parte delle ass. locali. I due com. si fanno carico in maniera congiunta di diversi compiti pubblici negli ambiti delle infrastrutture e della scuola. Dal 1868 gli ab. di S., dove l'insegnamento elementare segue il programma scolastico sangallese, frequentano la scuola secondaria a Sankt Peterzell. Nel 1973 fu costituito il consorzio per la scuola elementare S.-Wald (edificio scolastico comune a S.). S. fu il primo com. di Appenzello Esterno a separare nel computo delle finanze pubbliche i beni della Chiesa da quelli com. (1836). Accanto alle attività tradizionali dell'allevamento e dell'economia lattiera, nel XVII sec. la tessitura divenne progressivamente un importante settore economico, a cui si aggiunse il ricamo nell'ultimo terzo del XIX sec. Dal 1885 al 1924 fu attiva un'ass. professionale di ricamatori. Le fabbriche si stabilirono per lo più a Wald; dal 1830 ca. al 1975 il locale impianto di candeggio fu il principale datore di lavoro di S.-Wald. Tre ricamifici e una tessitura meccanica (1865-1977, in seguito fabbrica di reti di plastica fino al 1995) offrivano ulteriori opportunità di guadagno. La Cassa di risparmio fu fondata nel 1820. Il turismo, dopo un inizio modesto verso il 1900, ricevette nuovi impulsi con la creazione dell'ente turistico (1965) e la costruzione di seggiovie e sciovie (1963-65; fallimento nel 1992). Nel 2005 il settore primario forniva il 45% dei posti di lavoro nel com., il secondario ca. il 15%.


Bibliografia
MAS AR, 1, 1973, 331-349
– T. Fuchs, Schönengrund: die Gemeinde am Hamm, 1995
Appenzeller Zeitung, 27.11.2010

Autrice/Autore: Thomas Fuchs / sma