Wilchingen

Com. SH, distr. Unterklettgau; (870: Wilechinga, in un falso del X sec.; 1049: Wilechinga). Villaggio strada a ovest del Wanneberg. Con l'acquisizione del Rossberg e della Radegg nel 1548 e del Triesberg nel 1648, l'inclusione della giurisdizione di Haslach nel 1849 e l'incorporazione di Osterfingen nel 2005, il com. ha raggiunto l'odierna espansione. Pop: 763 ab. nel 1771, 1139 nel 1798, 1345 nel 1850, 908 nel 1900, 1091 nel 1950, 1301 nel 2000.

Sono stati rinvenuti reperti del Neolitico presso la Flühalde, un terrapieno non databile nella Dicki e singoli reperti di epoca romana; una continuità insediativa è tuttavia attestabile solo dall'alto ME. I beni fondiari dell'abbazia di Rheinau a W. passarono probabilmente nel XII sec. ai von Krenkingen e in seguito ai von Randenburg. Nel 1371 l'ospedale di S. Spirito di Sciaffusa acquistò la bassa giurisdizione, che nel 1529 andò alla città di Sciaffusa. Nel 1656 quest'ultima acquisì dai conti von Sulz l'alta giurisdizione e assegnò W. al baliaggio (Landvogtei) di Neunkirch. Sul piano spirituale il villaggio faceva capo alla parrocchia di Erzingen, dalla quale si staccò nel 1515 dopo un annoso processo ecclesiastico. La cappella filiale di S. Otmaro (menz. 1482) fu allora elevata a parrocchiale e forse ricostruita; nel 1676 venne rimpiazzata dall'odierno edificio, fatto costruire da Heinrich Peyer, responsabile delle costruzioni della città di Sciaffusa. Prospero villaggio viticolo, W. si impoverì in seguito a un conflitto con le autorità di Sciaffusa riguardo al diritto di taverna (affare di Wilchingen). Nel XIX sec. si riprese, grazie anche all'incremento dell'esportazione di vino verso la Germania. Tra il 1857 e il 1882 la superficie coltivata a vite passò da 45 a 82 ettari, per poi calare entro il 1929 a 34,5 ettari a causa della peronospora e dell'importazione di vino più amabile e a buon mercato; nel 2011 ammontava a 97 ettari (60 a W. e 37 nel territorio di Osterfingen). Dal XVII sec. e fino al 1850 (con un'interruzione dal 1771 al 1803) a W. si estrasse limonite in grani. Nel 1854 venne fondata una Cassa di risparmio e nel 1874 una Cassa di credito, unitesi nel 1904. Nel 1998 l'ist., con altre cinque banche regionali del Klettgau, confluì nella BS Bank Schaffhausen. Nel 1863 W. fu collegato alla linea ferroviaria Sciaffusa-Basilea grazie alla stazione situata a Unterneuhaus; in quest'ultima località nel corso degli anni seguenti sorsero tra l'altro una locanda e l'azienda agricola modello di Zacharias Gysel e nel 1921 venne aperta una cava di ghiaia, la futura Aktiengesellschaft Ernst Hablützel & Co. All'inizio del XXI sec. l'economia di W. era ancora dominata dall'agricoltura e dalla piccola industria e il bilancio dei pendolari era negativo.


Bibliografia
MAS SH, 3, 1960, 289-306
– K. Bächtold, Geschichte von Wilchingen, 1988
– J. Trumm, Die römerzeitliche Besiedlung am östlichen Hochrhein (50 v.Chr.-450 n.Chr.), 2002, 390 sg.

Autrice/Autore: Martin Akeret Weishaupt / vwy