09/11/2004 | segnalazione | PDF | stampare | 

Burgäschi, lago di

Piccolo lago morenico sul confine fra i cant. Berna (com. Seeberg) e Soletta (com. Aeschi). In quattro punti della sua riva sono stati scoperti i resti di villaggi neolitici (B.-nord, B.-est, B.-sud ovest, B.-sud); i ritrovamenti risalgono quasi unicamente al IV millennio a.C. Dopo l'abbassamento del livello delle acque nel 1943, il Museo di storia di Berna ha condotto nel sito di B.-sud ampi scavi pianificati (1952, 1957 e 1958), che hanno permesso di portare alla luce l'area dell'insediamento (ca. 540 m²) e di studiare ca. 400 m² del territorio circostante. L'umidità del terreno ha assicurato buone condizioni di conservazione per i ritrovamenti organici. Significativi dal profilo della storia culturale sono gli oggetti in rame (tra cui 54 perle disposte su due cordine). I reperti più comuni sono frammenti di ceramica della media cultura di Cortaillod (3800 a.C. ca.). L'insediamento B.-sud sorgeva sul bordo della riva umido, ma non sommerso. Singoli accumuli di argilla sono stati interpretati come i pavimenti di abitazioni in legno di diverse grandezze. Un'"unità di villaggio" dell'epoca comprendeva almeno due o tre case, circondate da una fitta palizzata: attraverso un'area umida, caratterizzata da stretti passaggi e angusti sentieri pavimentati con tronchi d'albero, si giungeva alla zona dei campi e al bosco retrostanti.

A una certa distanza dal lago attuale sono stati rinvenuti diversi oggetti in selce risalenti al Paleolitico e al Mesolitico. Questi ritrovamenti indicherebbero le ubicazioni di siti abitati sulla riva del lago che, verso la fine dell'ultima glaciazione, doveva essere probabilmente molto più esteso di oggi. Molto conosciuta è la stazione di Fürsteiner, situata su un piccolo rilievo, che offre un repertorio di utensili tardopaleolitici (10'000 a.C. ca.) raro nell'Altopiano sviz.


Bibliografia
– H. Müller-Beck, «Das Cortaillod-Dorf Burgäschisee-Süd als ökohistorische Quelle», in Jahrbuch des Oberaargaus, 1994, 57-88
SPM, 1 sg.

Autrice/Autore: Felix Müller / cal