30/07/2015 | segnalazione | PDF | stampare

Ramsen

Com. SH, distr. Stein; (846: Rammesheim). Villaggio rurale situato nell'exclave orientale del cant. Sciaffusa, che comprende frazioni e fattorie (ad esempio BibermŘhle, Hofenacker e Wiesholz). Pop: 273 ab. nel 1653, 494 nel 1798, 1022 nel 1850, 1209 nel 1900, 1103 nel 1950, 1283 nel 2000. R. fu probabilmente fondato dagli Alemanni all'inizio del V sec. Nel ME vi possedevano beni fondiari numerosi nobili e i vicini conventi di Allerheiligen, Reichenau, S. Giorgio e S. Agnese. Dopo che Stein am Rhein ebbe acquisito la bassa giustizia (1539), R. entr˛ nella sfera di influenza della Conf. A seguito di un trattato con l'Austria, nel 1770 la sovranitÓ territoriale pass˛ a Zurigo. Durante le guerre europee, R. fu pi¨ volte saccheggiato e distrutto. Nel 1798 venne annesso al cant. Sciaffusa. La chiesa dei SS. Nicolao e Agata (menz. la prima volta nel 1275, ma senza dubbio molto pi¨ antica) fu demolita nel 1795-96 e sostituita da un nuovo edificio (oggi dedicato ai SS. Pietro e Paolo), che subý importanti trasformazioni nel 1928-29. R. Ŕ l'unico com. a maggioranza catt. del cant.; la sua situazione confessionale fu regolata contrattualmente nel 1838. Nel 1839 il com. parrocchiale rif. trasform˛ la casa di preghiera, costruita nel 1792 (ancora esistente) in una chiesa. Nel 1875 il com. fu allacciato alla rete ferroviaria (tratta Etzwilen-Singen). Il posto di dogana situato lungo la strada di transito verso Singen spiega la presenza di numerose imprese di trasporto a R. Dal 1976 il com. ospita l'impianto di depurazione germano-sviz. di Bibertal-Hegau.


Bibliografia
MAS SH, 2, 1958, 341-352
Schaffhauser Magazin, 3, 1984
Ramsen, 1996

Autrice/Autore: Matthias Wipf / cne