No 1

Bontempi, Teresa

nascita 8.7.1883 Locarno, morte 25.8.1968 Cevio, catt., di Menzonio. Figlia di Giacomo, insegnante e segr. di concetto del Dip. della pubblica educazione (dal 1883). Nubile. Ottenne la patente di maestra di scuola elementare nel 1901. Dapprima attiva quale insegnante (1901-07), seguý poi alcuni corsi all'Univ. di Friburgo. Nel 1908 fu nominata ispettrice cant. degli asili d'infanzia. Con Rosetta Colombi fond˛ nel 1912 L' Adula, settimanale di cultura di tendenza italofila. A causa dell'orientamento irredentista e poi filofascista assunto in seguito dalla rivista, nel 1921 il giornale dovette interrompere per breve tempo le pubblicazioni e B. venne temporaneamente sollevata dall'autoritÓ cant. dalla carica di ispettrice degli asili; venne per˛ reintegrata nelle sue funzioni giÓ nel dicembre del 1922. Nel 1931 collabor˛ alla compilazione e alla diffusione dell'Almanacco della Svizzera it., i cui accenti irredentisti le procurarono la destituzione dalla carica di ispettrice. Nel 1935 fu arrestata insieme a Emilio Colombi e processata per alto tradimento, mentre L'Adula venne soppressa dal Consiglio fed. L'istruttoria port˛ a un non luogo a procedere, ma la vicenda convinse le autoritÓ a introdurre nel nuovo Codice penale fed. del 1937 una disposizione che punisse le attivitÓ che attentavano all'indipendenza della Conf.


Archivi
– Fondo Bontempi presso ASTI
Bibliografia
– G. Bonalumi, La giovane Adula, 1970
– T. Bontempi, Diario di prigionia, a cura di P. Codiroli, 1999

Autrice/Autore: Pasquale Genasci