Lauwil

Com. BL, distr. Waldenburg; (1194: Luiwilre). Villaggio situato in una conca del Giura a 637 m, che comprende 12 importanti aziende agricole (Sennhöfe). Pop: 306 ab. nel 1805, 400 nel 1834, 508 nel 1850, 449 nel 1900, 330 nel 1950, 307 nel 2000. Il toponimo e i ritrovamenti attestano che il luogo era abitato già nell'alto ME. Durante il basso ME fece parte della signoria di Waldenburg, detenuta dai von Frohburg; anche il convento di Schönthal e i signori von Ramstein possedevano beni nel villaggio. Nel 1366 L. passò al vescovo di Basilea e nel 1400 fu acquistato dalla città di Basilea. Il com. venne assegnato al distr. di Waldenburg (1798). All'epoca della divisione cant. L. si schierò tuttavia a favore della città di Basilea. Sul piano ecclesiastico il villaggio fu unito per sec. con Reigoldswil. La chiesa medievale di Sankt Romai (S. Remigio), distrutta da un incendio nel 1536 e portata alla luce da scavi archeologici nel 1950, costituiva probabilmente il centro originario della parrocchia. Dal 1765 L. forma una parrocchia rif. con Bretzwil. Dal XVIII fino all'inizio del XX sec. la passamaneria era molto diffusa nel com. (46 telai per nastri nel 1754, 72 nel 1786, 93 nel 1856 e 115 nel 1908).


Bibliografia
– P. Suter «Zur Geschichte der Gotteshäuser des Baselbieter Hinterlandes», in Baselbieter Heimatblätter, 37, 1972, 206-215
– L. Rudin, U. Bader, "E läbigs Louel", 1994

Autrice/Autore: Dominik Wunderlin / cne