Wittinsburg

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Com. BL, distr. Sissach; (1353: Wittersperg). È situato sul versante orientale del Giura tabulare sopra Rümlingen, fra il Diegtertal e l'Homburgertal. Pop: 127 ab. nel 1680, 181 nel 1798, 245 nel 1850, 241 nel 1900, 217 nel 1950, 197 nel 1960, 335 nel 2000. Sono state rinvenute tracce di un insediamento dell'età della Pietra (Barmenrain) e monete di epoca romana. Parte della signoria di Homburg, W. passò al vescovo (1305), poi alla città (1400) di Basilea. Dal 1814 appartiene al distr. di Sissach. Sul piano ecclesiastico dipese da Sissach fino al 1501, quando venne istituita la parrocchia di Rümlingen. La cappella di S. Martino, eretta probabilmente nel XV sec., fu abbandonata dopo la Riforma. Nel ME W. disponeva di importanti cave per l'estrazione del conglomerato conchilifero di Tenniken impiegato per macine e architravi di porte e finestre. Dal XVIII sec. agli anni 1920-30 l'economia di W. si basò sull'agricoltura e sulla tessitura di nastri di seta (sette telai nel 1754, 26 nel 1786, 36 nel 1856, 52 nel 1908). Nel 2005 il settore secondario offriva il 46% dei posti di lavoro di W., nel frattempo divenuto un com. residenziale.


Bibliografia
– J. Nussbaumer, Die Lebensverhältnisse der Bauernfamilien im Homburgertal, 1963
– R. Marti, Zwischen Römerzeit und Mittelalter, 2 voll., 2000
– B. Wiggenhauser, Von Esche bis Zinwigen, 2006

Autrice/Autore: Philippe Hofmann / did