• <b>Franz Sigmund Wagner</b><br>Litografia colorata di autore sconosciuto, ca. 1820 (Bernisches Historisches Museum, Collezione Eduard von Rodt). Franz Sigmund Wagner, che sotto il berretto porta una parrucca, segno del suo attaccamento all'<I>ancien régime</I>, è rappresentato come un amante dell'arte: in una posa rilassata, esamina un disegno o un'incisione estratta dalla cartella che tiene nella sua mano sinistra.

No 4

Wagner, Franz Sigmund

nascita 12.10.1759 Erlach,morte 11.9.1835 Berna, rif., di Berna. Figlio di Michael, capitano, e di Elisabeth Bertram. Celibe. Discendente da una fam. cittadina di Berna eleggibile al Consiglio che si era impoverita, già prima della morte prematura dei genitori visse diversi anni all'orfanotrofio. Preparato al servizio dello Stato in diversi uffici pubblici, fu segr. dell'ospedale cittadino (1791-98). Dopo la fine dell'ancien régime fu censore di libri per conto delle autorità (1800-35) e membro della commissione della biblioteca (1808-31). Durante l'Elvetica ebbe intensi contatti con circoli artistici a Zurigo, dove si formò in disegno, incisione e tecnica dell'acquaforte. Anche in seguito, a Berna, coltivò la sua passione per l'arte: pubblicò riviste sull'argomento, commerciò oggetti d'arte, fu membro della Soc. bernese degli artisti e sostenne il governo bernese nell'allestimento di una collezione di dipinti, di cui egli stesso aveva posto le basi. Stimolò inoltre la creazione di istituzioni culturali quali il salone delle antichità e la biblioteca d'arte. Cercò di trasformare l'Esposizione di belle arti e dell'industria del 1804 in una manifestazione permanente, diresse anche quella del 1810 e partecipò attivamente alle Esposizioni di belle arti del 1818 e 1824. Appassionato di storia della Conf. e della vecchia Berna, fu membro della Soc. bernese di storia (fondata nel 1811) e autore di studi storici e di trascrizioni di documenti e cronache. Nel 1805 e 1808 gli fu affidata la direzione delle feste alpigiane di Unspunnen. Dal 1816 al 1823 fu segr. della Soc. economica, di cui era membro dal 1799. Diede notevoli impulsi alla vita culturale della sua epoca e godette di grande stima presso i contemporanei.

<b>Franz Sigmund Wagner</b><br>Litografia colorata di autore sconosciuto, ca. 1820 (Bernisches Historisches Museum, Collezione Eduard von Rodt).<BR/>Franz Sigmund Wagner, che sotto il berretto porta una parrucca, segno del suo attaccamento all'<I>ancien régime</I>, è rappresentato come un amante dell'arte: in una posa rilassata, esamina un disegno o un'incisione estratta dalla cartella che tiene nella sua mano sinistra.<BR/>
Litografia colorata di autore sconosciuto, ca. 1820 (Bernisches Historisches Museum, Collezione Eduard von Rodt).
(...)


Archivi
– Fondi presso BBB e StABE
Bibliografia
Sammlung Bernischer Biographien, 1, 1884, 177-186
– L. Geiger, «"Besser, froher und glücklicher" - F. S. Wagners Kunst- und Industrieausstellungen (1804)», in Kartoffeln, Klee und kluge Köpfe, a cura di M. Stuber et al., 2009, 143-146

Autrice/Autore: Lukas Geiger / sor