Zatzikhoven [Zazikhoven], Ulrich von

Cit. solo in un documento del 29.3.1214 quale capellanus Uolricus de Cecinchouin, plebanus Loumeissae, ovvero prete secolare della cappellania di Lommis. Originario del vicino Zezikon, apparteneva probabilmente a una fam., scarsamente documentata, di ministeriali dei conti von Toggenburg. A partire da Jakob Bächtold, viene solitamente considerato l'autore del più antico romanzo ted. con protagonista Lancillotto (ca. 1200), che nell'epilogo si firma von Zatzichoven Uolrich. Dato che l'identificazione si basa esclusivamente sull'omonimia, essa rimane incerta. Lo stesso vale per l'attribuzione a un membro della fam. di ministeriali del Baden von Cecinchouen, postulata da Michael Bärmann.


Opere
Lanzelet, a cura di F. Kragl, 2 voll., 2006
Bibliografia
– J. Baechtold, Geschichte der Deutschen Literatur in der Schweiz, 1892, 87-91
VL, 10, 61-68
– M. Bärmann, «U. von Zazikhoven und die Entstehung des mittelhochdeutschen Lanzelet-Romans», in Das Markgräflerland, 1989, fasc. 2, 62-84

Autrice/Autore: Max Schiendorfer / cne