10/03/2008 | segnalazione | PDF | stampare

Buckten

Com. BL, distr. Sissach. Villaggio strada che si sviluppa lungo il corso superiore dell'Homburgerbach, sulla strada del passo dell'Hauenstein inferiore; (1266: Butuchon). Pop: 201 ab. nel 1680, 285 nel 1798, 438 nel 1850, 323 nel 1880, 375 nel 1900, 408 nel 1950, 686 nel 1990, 644 nel 2000. Nel 1628/29 la peste fece 66 morti. B. appartenne dapprima ai von Frohburg e, dal XIII sec., alla signoria di Homburg, acquistata dal vescovo di Basilea nel 1305 e dalla cittÓ nel 1400 (baliaggio di Homburg fino al 1798). Dal 1404 al 1408 e poi a partire dal XVI sec. Basilea riscosse i dazi doganali a B., piccolo centro commerciale (tra l'altro, del sale), che era pure sede di un tribunale (berlina e forca) e di una scuola ("scuola dei deputati" dal 1624). Il traffico sull'Hauenstein inferiore (sviluppo della strada a sud di B. nel XIII sec.) determin˛ a lungo le caratteristiche del villaggio: qui venivano attaccati i cavalli per salire il passo e si svilupparono professioni legate ai trasporti (osti, fabbri, cordai). Si praticava pure l'agricoltura e, pi¨ tardi, ma in modo poco diffuso, la fabbricazione di passamanerie (cinque telai nel 1754, 26 nel 1856, 46 nel 1908, nove nel 1941). La ferrovia Sissach-Lńufelfingen-Olten (1858, stazione di B. solo nel XX sec.) priv˛ il passo e quindi B. dell'antica importanza, compensata solo in parte e provvisoriamente dal traffico automobilistico. Il declino dell'industria della passamaneria trasform˛ progressivamente B. in un villaggio di pendolari (38% della pop. attiva nel 1941, 72% nel 1990), con poca agricoltura e piccole aziende artigiane. Il com. fa parte della parrocchia di RŘmlingen.


Bibliografia
– P. Suter (a cura di), Die Gemeindewappen des Kantons Baselland, 19844

Autrice/Autore: Bernard Degen / ato